Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00

Il Blog di Allianz Global Assistance

Visto per la Cina: tutto ciò che devi sapere

Visto per la Cina: tutto ciò che devi sapere | Allianz Global Assistance

Quali tipologie di visto per la Cina esistono? E quali sono i documenti necessari per ottenere l'autorizzazione a entrare nel Paese?

Quando si programma un viaggio per la Cina molte sono le cose da sapere prima di partire: sicuramente bisogna documentarsi approfonditamente sulle particolarità a livello culturale e territoriale e pianificare un tour che riesca a toccare tutti i posti più rilevanti senza protrarsi eccessivamente; tuttavia è importante informarsi correttamente anche su tutto ciò che ruota intorno all'aspetto puramente burocratico di un viaggio in Cina, vale a dire la documentazione necessaria per potersi muovere sul suolo cinese senza correre il rischio di incappare in qualche malinteso.

Le tipologie di visto

Tanto per cominciare, bisogna notare che ci sono diverse tipologie di visto: il visto turistico, il visto per motivi di lavoro, il visto per ragioni di studio e via dicendo. Il discorso per analizzare tutte le casistiche diverrebbe molto ampio, per cui ci si limiterà a fornire tutte le informazioni necessarie a richiedere un visto turistico, che è anche quello che viene maggiormente richiesto.

Il visto turistico più comune per un viaggio in Cina dura 30 giorni ed è a entrata singola, ciò significa che non si potrà uscire e rientrare dalla Cina con lo stesso visto; se si necessita di uscire e rientrare bisognerà richiedere l'opzione ingresso doppio o ingresso multiplo, anche se queste tipologie di visto vengono rilasciate solo in casi molto rari.

Il visto d'affari per la Cina è invece di due tipologie:

  • visto M, per le visite di tipo commerciale;
  • visto F, per le visite non commerciali.

All'ingresso nel territorio cinese verrà richiesta, oltre ai documenti essenziali, anche una lettera d'invito da parte dell'azienda partner o dell'ente che si trova in Cina. Per chi viaggia con frequenza in questo territorio per affari è possibile anche richiedere visti con ingressi multipli della durata di 6 o 12 mesi.

Anche nel caso del visto studente esistono due documenti differenti:

  • il visto cinese X1, per corsi di studio che durano più di 6 mesi;
  • il visto cinese X2, per corsi che hanno invece durata uguale o inferiore ai 6 mesi.

Per la richiesta del visto per motivi di studio per effettuare un viaggio in Cina è necessario presentare la lettera di iscrizione all'Università cinese e, se i corsi dovessero durare oltre i 6 mesi, anche il certificato emesso dal Ministero dell'Educazione cinese.

La categoria Z è invece quella rappresentativa del visto per lavoro in Cina. Per ottenere questa tipologia di permesso a entrare nel Paese servono dei documenti forniti dal datore di lavoro che si trova nel Paese di destinazione, come una lettera di invito e un permesso di lavoro, entrambi emessi dall'autorità cinese competente. Il visto, una volta entrati nel Paese, verrà convertito in permesso di residenza e consentirà di rimanere nel territorio per tutta la durata del contratto.

Visto per la Cina: tutto ciò che devi sapere | Allianz Global Assistance

La documentazione necessaria

A livello di documentazione, per ottenere il visto bisognerà fornire il passaporto in corso di validità, una fototessera recente, il modulo di richiesta e una copia cartacea della ricevuta di appuntamento. Dal luglio del 2013 tuttavia, oltre a questa documentazione, è necessario anche produrre una copia del biglietto aereo di andata e ritorno per la Cina e una copia della prenotazione in uno o più hotel cinesi dove viene indicata tutta la durata del soggiorno; qualora si prevedesse di alloggiare presso un amico o un parente, quest'ultimo dovrà inviare una lettera di invito.

Per ottenere il visto servono dai due ai quattro giorni lavorativi: due se si sceglie la formula "extra urgente" e quattro se si decide di seguire l'iter normale. Non è possibile richiedere il visto con più di tre mesi di anticipo dalla partenza, poiché il visto scade se non si entra in Cina entro 90 giorni dalla data di rilascio: l'ideale è quindi richiederlo tra due mesi e quindici giorni prima della partenza.

L'iter burocratico è quindi piuttosto rigido e bisogna prestare attenzione nella compilazione dei vari documenti, tuttavia, una volta ottenuto il visto, si potrà partire per uno dei Paesi più belli e interessanti del mondo e immergersi in una cultura completamente diversa dalla nostra.

Non ti resta quindi che prenotare il volo, richiedere il visto, sottoscrivere l'assicurazione sanitaria più adatta per la tua vacanza in Cina e partire alla volta del Paese simbolo dell'Asia.

Visto per la Cina: tutto ciò che devi sapere | Allianz Global Assistance

TOP