Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00

Il Blog di Allianz Global Assistance

Vacanze in Thailandia, quali sono i vaccini consigliati?

Vacanze in Thailandia, quali sono i vaccini consigliati? | Allianz Global Assistance

Prima di partire per le vacanze in Thailandia è bene sapere a quali vaccini sottoporsi per evitare il rischio di contrarre malattie endemiche

Organizzare delle vacanze in Thailandia significa visitare un Paese ritenuto sicuro per quanto riguarda le condizioni igienico-sanitarie. Lo standard delle strutture sanitarie pubbliche è infatti buono, mentre gli ospedali privati sono in ottime condizioni. I rischi di contrarre malattie infettive durante un tour della Thailandia sono poi molto bassi, anche se bisogna considerare che ultimamente sono in aumento i casi di febbre dengue.

Se si decide di organizzare un viaggio in questo territorio, quali sono quindi i vaccini per la Thailandia?

Vacanze in Thailandia, quali vaccinazioni fare?

Per delle vacanze in Thailandia, i viaggiatori italiani non hanno l'obbligo di sottoporsi a nessun tipo di vaccinazione. In ogni caso è comunque strettamente consigliato rivolgersi al proprio medico curante per sapere quali sono le precauzioni e le profilassi a cui sottoporsi. Fra i vaccini per la Thailandia che è maggiormente consigliato fare c'è la vaccinazione contro la febbre gialla, che è invece imposta a:

  • viaggiatori superiori all'anno di età provenienti da Paesi in cui la febbre gialla è a rischio trasmissione;
  • viaggiatori che hanno transitato per più di 1 ora nell'aeroporto di un Paese in cui la febbre gialla è a rischio trasmissione.

Fra i vaccini per la Thailandia consigliati ci sono quelli per:

  • Epatite A;
  • Epatite B;
  • Difterite;
  • Tifo (febbre tifoide);
  • Polio;
  • Tubercolosi;
  • Colera;
  • Tetano.

Uno dei vaccini consigliati da effettuare prima di andare in Thailandia è, quindi, quello anticolerico, che non solo previene questa patologia, poco diffusa in città ma endemica nelle aree rurali, ma aiuta anche a impedire l'insorgenza di altri sintomi gastrointestinali e le intossicazioni da cibo contaminato.

La malaria è invece una patologia assente nelle principali città del Paese, come Bangkok, Chiangmai e Pattaya, nonché sulle isole di Phuket e Samui. Può esserci invece il rischio di contrarre la malattia nelle zone rurali, collinari e boschive della zona meridionale della Thailandia. La profilassi antimalarica di tipo A e D è consigliata se ci si reca nei territori al confine con Myanmar e Cambogia. Oltre a questi vaccini per la Thailandia prima della partenza è necessario controllare di essere coperti per tutte le vaccinazioni previste dal Programma Nazionale Italiano e di non aver saltato alcun richiamo.

In un tour della Thailandia è bene considerare, infine, che vi sono delle zone e attività meno sicure a livello sanitario, come le aree rurali, le lunghe escursioni nella giungla e i soggiorni durante il periodo post monsonico e nella stagione secca nelle zone rurali e aride.

Vacanze in Thailandia, quali sono i vaccini consigliati? | Allianz Global Assistance

Tour della Thailandia, le condizioni sanitarie e i consigli di viaggio

Per non farsi cogliere impreparati durante le proprie vacanze in Thailandia è utile sapere che sono in crescita i casi di febbre dengue, endemica in tutto il Paese. La provincia più colpita è quella di Phuket, seguita da quelle di Krabi, Nakornpathom e Pangnga. Si registrano infezioni anche nell'area metropolitana di Bangkok.

Nell'ultimo periodo si è poi anche riscontrato un aumento dei casi di febbre chikungunya, in particolare nelle province del sud della Thailandia. Il virus si contrae a seguito della puntura di zanzare infette e si manifesta con sintomi simili a quelli della febbre dengue (febbre, dolori ossei e muscolari, mal di testa, stanchezza, nausea e vomito).  In generale il consiglio è quindi di adottare tutte le misure preventive contro le punture di zanzara durante il periodo di soggiorno nel Paese.

Prima della partenza per il proprio tour della Thailandia è bene considerare che, mentre nelle grandi città è possibile trovare numerosi presidi sanitari, nelle zone rurali è più difficile trovare strutture simili. Se ci si deve recare in queste aree il consiglio è quindi quello di farsi prescrivere dal medico un antibiotico intestinale ad ampio spettro, farmaci antidiarroici, antipiretici, antiemetici, antinfiammatori e fermenti lattici. Molto importante poi avere sempre con sé una scorta abbondante di prodotti antizanzare, che permettono di debellare l'animale e scongiurare il rischio di contrarre le malattie di cui è portatore.

Per partire in tutta serenità e godersi le proprie vacanze in Thailandia poi, è consigliabile scegliere un'assicurazione medica, che permetta di viaggiare con la giusta copertura e di godere delle bellezze del territorio senza preoccupazioni.

Vacanze in Thailandia, quali sono i vaccini consigliati? | Allianz Global Assistance

TOP