Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00

Il Blog di Allianz Global Assistance

Quando andare in Argentina, i consigli per scegliere il periodo migliore

Quando andare in Argentina, i consigli per scegliere il periodo migliore | Allianz Global Assistance

La scelta di quando andare in Argentina deve essere fatta con attenzione, considerando la vasta estensione del territorio e le conseguenti variazioni climatiche

Secondo Paese del Sudamerica per estensione, con una superficie di circa 3 milioni di chilometri quadrati, l'Argentina è un territorio affascinante, ricco di tradizioni e bellezze naturali. Il Paese occupa la parte meridionale del Continente americano insieme al Cile, con cui confina lungo le Ande. L'Argentina è una federazione di 23 province e una città autonoma, la capitale Buenos Aires.

Se hai deciso di organizzare un tour in Argentina dovrai tener presente, oltre all'estensione del Paese, anche la sua conformazione geografica. L'area si può infatti suddividere in 7 zone geografiche, ciascuna con caratteristiche diverse: si va dalle pianure fertili e umide del nord, alle zone montagnose e alluvionali nel centro, fino ad arrivare, a sud, dove domina la Patagonia, un altopiano in gran parte arido. Proprio l'estensione territoriale e la conformazione geografica del Paese rendono il clima dell'Argentina molto variegato e mutevole da zona a zona. Quindi, quando andare in Argentina? Qual è il periodo migliore per visitare questo territorio?

Quando andare in Argentina, i consigli per scegliere il periodo migliore | Allianz Global Assistance

Quando andare in Argentina, i periodi migliori per visitarla

Per organizzare un viaggio in Argentina il consiglio è quello di considerare, fra le altre cose, anche il clima e le temperature medie. Come tutti i Paesi dell'America Latina che si trovano sotto la linea dell'Equatore, l'Argentina ha le stagioni invertite rispetto all'emisfero settentrionale, per cui il nostro inverno corrisponde all'estate australe. Nella zona nord il clima è caldo-umido, mentre è più secco verso le Ande. Al centro, invece, il clima sarà caldo-umido durante l'estate e mite negli altri mesi. La Patagonia ha condizioni climatiche variabili, con molto vento e una temperatura media fra novembre e aprile che oscilla fra i 15 e i 20 °C

Pensando a quando andare in Argentina considera che:

  • il periodo caldo comincia a dicembre, e in particolare gennaio e febbraio sono i mesi con le temperature più alte;
  • l'inverno, invece, è concentrato nell'arco di giugno e agosto.

Nel tuo tour in Argentina tieni sempre presente l'estensione geografica del Paese e le relative variazioni climatiche: si passa da un clima tropicale o subtropicale nella Mesopotamia e nel Chaco, con estati calde ed inverni miti, a condizioni oceanico-fredde nella Patagonia. Nella capitale Buenos Aires la temperatura media in inverno è di 10°C, mentre in estate raggiunge i 25°C.

In generale, non è facile scegliere quando andare in Argentina ma puoi comunque considerare che se decidi di andare nell'estremo sud, ti conviene prenotare il viaggio in un periodo compreso fra dicembre e marzo, tenendo presente che in questi mesi al nord farà molto caldo. Anche novembre può essere un buon compromesso, perché è un mese primaverile e in quasi tutta l'Argentina le temperature saranno gradevoli, escludendo l'estremo nord dove predominerà il caldo.

Quando andare in Argentina, i consigli per scegliere il periodo migliore | Allianz Global Assistance

Tour in Argentina, il clima nelle diverse zone

Anche la decisione di cosa vedere nel proprio tour in Argentina è influenzata dalle condizioni climatiche del Paese. Ad esempio, per visitare la capitale Buenos Aires si può optare tendenzialmente per qualsiasi periodo dell'anno, perché il clima sarà temperato e difficilmente la temperatura scenderà sotto i 10 °C:

  • nel periodo caldo, l'umidità sarà molto elevata, quindi è sconsigliato visitare la capitale nel periodo da novembre a febbraio;
  • pur avendo un clima molto simile a quello del Mediterraneo, Buenos Aires presenta frequenti piogge anche in estate, e variazioni climatiche più elevate rispetto alla zona mediterranea, per via della mancanza di ostacoli alle masse di aria fredda da sud e a quelle di aria calda.

In alcune regioni, invece, come la Patagonia o Santa Cruz, è meglio andare in estate, da dicembre a febbraio. In particolare, durante il tuo viaggio in Argentina, considera che la Patagonia fa parte dell'area in cui il clima è arido e semidesertico, a causa della distanza dal mare e dell'umidità prodotta dalla catena delle Ande. In queste aree l'escursione termica fra notte e giorno è decisamente notevole, e tali variazioni climatiche possono essere accentuate nel giro di pochi giorni. La Patagonia si colloca nella fascia meridionale dell'Argentina, più precisamente al 40° parallelo, dove il clima diventa più fresco e ventoso.

Nella fascia della Terra del Fuoco, invece, il clima dell'Argentina cambia ancora, diventando oceanico freddo. Questo comporta temperature medie invernali prossime allo zero, mentre in estate ci si aggira intorno ai 10 °C. Il vento in quest'area è praticamente costante, e questo aumenta la sensazione di freddo. Il periodo migliore per visitare questo territorio è quello che va da novembre a marzo, quando le temperature sono fresche e sopportabili quando non soffia il vento.

Quando andare in Argentina, i consigli per scegliere il periodo migliore | Allianz Global Assistance

Tour in Argentina, consigli utili

Oltre a prevedere tutte le procedure burocratiche necessarie prima della partenza, è quindi fondamentale che tu conosca anche bene il clima dell'Argentina e le temperature che caratterizzano questo vasto territorio. Inoltre, informarti e pensare a un'assicurazione sanitaria viaggio ti aiuterà ad affrontare il tuo tour in Argentina in totale sicurezza e serenità.

TOP