Ricalcolo preventivo
Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00

Vienna non è una vecchia signora

Nuovo stile per la capitale austriaca, che ha deciso di indossare abiti diversi, con un piglio decisamente più audace.

Basta visitare una delle più recenti opere architettoniche, come lo Stilwerk sul canale del Danubio, progettato dall'archistar Jean Nouvel. Si tratta di un palazzo di 18 piani, dei quali quattro interamente dedicati al design: tutto decisamente all'ultimo grido. Bellissima anche la facciata, trasformata in un giardino verticale con la parete verde creata dal francese Patrick Blanc. Trendy che di più non si può, è il quartiere Freihausviertel, vicino al Naschmarkt (il mercato più grande e affollato della città): tra bancarelle che vendono ogni tipo di specialità locale, ci si può fermare per un'occhiatina alle vetrine di Bananas che vende oggetti e complementi d'arredo che vanno dagli anni 50 agli 80, e Anna Stein, un coloratissimo negozio dove trovare gadget buffi e goloserie come i bicchieroni di fonduta al cioccolato.

Sempre un classico

Vienna, in ogni caso, conserva intatto il suo glorioso passato asburgico. Chi viene in città la prima volta, non può certo esimersi dal tour classico. Il duomo di Santo Stefano, con la sua torre gotica, il Belvedere, la residenza estiva del principe Eugenio in stile barocco. E ancora, l'Hofburg, il palazzo imperiale con la magnificenza degli appartamenti e della Camera del Tesoro. C'è, poi, il Ring, il viale lungo ben due chilometri voluto da Francesco Giuseppe, dove si concentrano i principali edifici del centro storico costruiti in stile neogotico e neorinascimentale: il Parlamento, il Burgtheater, il Teatro dell'Opera, la piazza-giardino dedicata a Maria Teresa.

Per chi vuole rivivere la favola di Sissi e del suo amato Franz, poi, ecco il castello di Schonbrunn, la residenza estiva della famiglia imperiale, affascinante sia per lo sfarzo delle camere, che per l'ampio giardino in stile barocco.

Buon cucina

Per fare conoscenza con la gastronomia viennese, segnatevi sulla mappa dove sono i ristoranti della catena Centimeter: ce ne sono diversi in città. Propongono cotolette, wurstel, patatine e l'immancabile gulasch a prezzi ridotti: un piatto e una birra costano sui 10 euro. è, invece, una delle più autentiche birrerie di Vienna il 7 Stern, nella zona dei musei: per pranzo, offre menu a prezzi economici. Con 10 euro canederli, strudel e birra non ve li leva nessuno.

Dormire in città... e fuori

Per un risveglio nella natura, non molto lontani dal centro cittadino, si può scegliere il Palace Hostel Schlossherberge, situato in un parco di 12 ettari (prezzo 70 euro a notte per una doppia). Chi, invece, non vuole rinunciare al centro neanche la notte, spendendo qualcosa in più può pernottare nell'Hotel Kaiserin Elisabeth, in Weihburggasse. Per una doppia, però, i prezzi partono da 166 euro a notte.

Spostarsi in città

La scelta migliore è la Vienna Card, che costa 18,50 euro (19,90 euro dal prossimo primo maggio): consente di viaggiare per 72 ore sui mezzi pubblici e di usufruire di sconti in 210 musei, ma anche in numerosi bar e caffè. Si compra negli uffici turistici, in aeroporto, in Albertinaplatz e direttamente negli alberghi.

Per un weekend a Vienna scegliete di tutelarvi a soli €9,90 con Euro City Weekend: la polizza che vi garantisce assistenza completa: spese mediche, assicurazione bagaglio e rimborso per ritardo aereo.


(In collaborazione con TuristiPerCaso)

› Leggi gli altri articoli
› Iscriviti alla Newsletter