Ricalcolo preventivo
Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00
Cerca

Tarragona, gioiello della Costa Dorada

Tarragona ci assicura giornate a base di mare e sole ma anche momenti di grande interesse dal punto di vista storico e culturale.

Via de Cavallers è la strada principale di Tarragona, splendida città appartenente all'anima costiera della Catalogna: la famosa Costa Dorada, destinazione turistica per le vacanze di giovani di tutta Europa, comprendente anche le città di Torredembarra, Calafell, Salou, Cambris, L'Ametlla de Mar. I tavolini dei bar all'aperto dove gustare immancabilmente le tipiche tapas, aree pedonali dove passeggiare, i mille negozi di accessori e calzature, le boutique e le gioiellerie della Rambla Nova ci aspettano a Tarragona. Un clima sempre mite e piacevole, inoltre, consente di godere, durante tutto l'anno, del mare e delle spiagge dalla sabbia finissima che si estendono per 15 chilometri. Impeccabilmente pulite ed attrezzatissime, le spiagge si caratterizzano anche per il grandissimo valore naturalistico: tra tutte, due aree particolarmente ricche e tutelate sono la Riserva Naturale della Punta della Mora, dove si trovano numerose comunità vegetali (querce coccifere, boschi di ginepri, pini bianchi, alghe...) e Riserva del fiume Gaià, popolata da oltre 80 specie di uccelli. 100% natura anche per Waikiki, altrimenti detta Cala Fonda e circondata da una splendida pineta, dove è possibile praticare il nudismo. Al centro di una pineta è anche la spiaggia di Tamarit e anche Cala Tobera, divisa in due parti da un grandissimo scoglio e raggiungibile tramite un sentiero caratterizzato da vedute splendide. Llarga, invece, proprio per la sua lunghezza, è la denominazione di un'altra meravigliosa spiaggia di Tarragona, accessibile da diversi punti e dotata di club nautico - per cui è possibile praticare diversi sport acquatici - e campeggio. Ottimamente attrezzata è anche la vasta spiaggia Arrabbassada, con la sua piattaforma galleggiante provvista di scivolo e situata a circa 35 metri dalla riva.

Se Tarragona ci assicura, dunque, giornate a base di mare e sole, non ci farà mancare, però, anche momenti di grande interesse dal punto di vista storico e culturale: numerosi, infatti, sono i resti archeologici presenti sul suo territorio, che ci raccontano il suo antichissimo passato di capitale della Hispania Citeriore durante l'Impero Romano. Pensiamo, ad esempio, al cosiddetto viale Archeologico, costituito dai resti delle mura che circondano il centro storico e risalenti al III secolo a. C.: del tracciato originario sopravvive soltanto la zona della parte alta, con tre porzioni di muratura e tre torri: quella del Cabiscol, quella romana di Minerva e quella dell'Arzobispo, ristrutturata in epoca medievale. Ancora, a Tarragona si trovano il complesso del Foro Romano, con negozi ed altre strutture compresi nel perimetro rettangolare della piazza, e l'anfiteatro romano, situato nei pressi del mare, con una capienza di 12.000 persone. La lista delle tracce di passato comprende, poi, i resti della necropoli paleocristiana, ricca di lapidi, sarcofagi, mausolei, ed ancora sculture, statue marmoree, corredi funebri e bare decorate in legno, per un totale di oltre 2.000 tombe, molte delle quali poste all'interno di una basilica. Una citazione, infine, per la Torre degli Scipioni, con funzione commemorativa, costituita da un complesso litico strutturato in tre parti: basamento, corpo centrale decorato con figure in altorilievo e cima.

Il ricchissimo patrimonio archeologico di Tarragona, annoverato all'interno dei siti Patrimonio Unesco, comprende anche il suggestivo itinerario che conduce ai monasteri cistercensi di Sante Creus e Poblet.

I monumenti e le architetture della città spagnola non risalgono soltanto a periodi storici antichissimi: nel centro storico, ad esempio, si trova la cattedrale di santa Maria, con pianta a croce latina a tre navate terminanti in absidi circolari. Da segnalare, nella facciata principale, il rosone intarsiato e i portali romanici del XII secolo, mentre, all'interno, la pala d'altare maggiore realizzata in alabastro da Pere Johan e il Sepolcro dell'Arcivescovo. La cattedrale, dal punto di vista dello stile, rappresenta una sorta di trait d'union fra il romanico e il gotico, analogamente a molti elementi architettonici (portali, chiostri...) presenti nel centro cittadino, chiara visibilizzazione del passaggio da uno stile all'altro. Ancora, citiamo la Casa Castellarnau, costruita nel XV secolo in stile gotico, e poi la torre e tribuna della Casa Ripoli, il Mercato Centrale, e la Cappella del Collegio Jesus y Marìa, che porta la firma del grande Gaudì.

A Tarragona, la cui bellezza è stata a lungo oscurata da una primadonna come Barcellona, è d'obbligo una passeggiata lungo la succitata Rambla Nova, che si srotola fino al Paseo de las Palmeras e al Balcon del Mediterraneo - da qui si gode di una vista stupenda sul mare ed, in particolare, sulla spiaggia El Miracle e su una delle opere più significative della città: il monumento a Roger de Llùria.

Molto suggestivi sono anche i borghi marinari e il porto cittadino, di primaria importanza in area mediterranea, e garanzia della disponibilità, in città, di pesce sempre freschissimo, soprattutto nella zona di El Serrallo. Tra le varietà ittiche più rinomate, gamberoni, crostacei, molluschi e pesce azzurro, quest'ultimo fregiato della Denominazione di Origine Pesce Azzurro di Tarragona. Tra i piatti tipici da sperimentare la paella marinera, la "cassola de romesco", con salsa di pomodoro, e lo stufato di lumache detto "pataco". Da bere, c'è solo l'imbarazzo della scelta tra le ottime etichette locali: Tarragona, Conca de Barberà, Penedés, Priorato e Terra Alta. Inoltre, per chi lo desidera, è possibile approfondire la conoscenza della tradizione vinicola locale visitando le cantine moderniste di El Pinell de Brai, Falset, Gandesa, L'Espluga de Francolì e Sarral.

Info utili...

  • Paese: Spagna
  • Provincia: Tarragona
  • Documenti necessari: carta d'identità valida per l'espatrio
  • Fuso orario: un'ora in meno rispetto al Meridiano di Greenwich
  • Valuta: euro

... & curiosità!

  • Fiumi: Francolì e Gaià
  • Tipologia di strutture ricettive disponibili: hotel, campeggi sulle spiagge, appartamenti, pensioni, residence
  • Evento: "Tarraco a taula" (si svolge tutti gli anni nel mese di maggio, e consente di assaggiare i piatti delle antiche tradizioni locali)
  • Da visitare: Museo Archeologico di Tarragona
  • Prodotti della terra: nocciole, mandorle, olio, funghi, castagne, patate

› Leggi gli altri articoli
› Iscriviti alla Newsletter