Ricalcolo preventivo
Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00
Cerca

Il Salone Internazionale di Ginevra: cosa ci aspetta?

I big del settore stanno sfornando molte interessanti novità, creando un fermento positivo ed inaspettato nell'intero mercato dell'auto.

È palese. Un'economia esagitata sta turbando i segmenti di mercato da diverso tempo, insinuando la stabilità finanziaria con trend tentacolari al ribasso e vorticosi. E l'automotive non poteva di certo esimersi dall'essere investito da questa recessione. Tuttavia, sarà forse per l'imminente apertura del Salone Internazionale dell'auto di Ginevra, o per la voglia di riscatto che (stranamente) aleggia tra le imprese, sta di fatto, che i big del settore stanno sfornando molte interessanti novità, creando un fermento positivo ed inaspettato nell'intero mercato dell'auto. Ecco perché, proprio l'esposizione dell'82esimo Salone dell'auto, in programma nella città elvetica dall'8 al 18 marzo, si preannuncia capace di dare uno scossone ad un settore che, da mesi, vacilla tra perdite di bilancio e badget in pareggio.

Un primo segnale viene dalla Fiat 500L, un multispazio che si rivolge ad una clientela desiderosa di comodità, una caratteristiche anomala per un'auto di questo segmento; Dacia presenta Lodgy, anch'essa un'auto che offre una grande capacità, un "monovolume low cost", com'è stato definito, dalla lunghezza di 4,5 metri e in versione da cinque o sette posti; Peugeot mostra a tutti la nuova 208, una Concept car con 4 cilindri THP che sviluppa ben 200 cavalli, una piccola hatchback in versione sportiva, con un cambio manuale a 6 rapporti e che è capace di arrivare da 0 a 100 in meno di 7 secondi; Citroen toglie i veli al C4 Aircross, un crossover disponibile con 3 diverse motorizzazioni, 2 a gasolio ed una a benzina; Ford, invece, punta sul risparmio, presentando la sua B-Max, dotata di nuovi propulsori capaci di consumi ed emissioni ridotte, nonché dell'innovativo sistema Easy Door Access: un meccanismo che prevedere porte posteriori scorrevoli e assenza di un montante centrale per facilitare l'accesso all'ampio abitacolo; Ford presenta anche la nuova Kuga: un SUV compatto dalle linee decisamente più moderne e definite; e restando nello stesso segmento, Opel propone Mokka, un piccolo SUV-crossover dalla lunghezza di 4,28 metri, disponibile anche con un cambio automatico a 6 marce; Volvo punta sulla sportività, presentando la nuova V40, un modello "quasi station wagon" ricco di dotazioni high-tech che, grazie ad una linea giovanile, ha tutte le carte in regola per raggiungere una buona fetta di mercato; il Gruppo Volkswagen lancia addirittura una serie di "world premieres": la nuova Audi A3, laVolkswagen up! con 5 porte, il restyling della Seat Ibiza e la Mii 5 porte; dulcis in fundo Renault, che leva il sipario da Zoe, una nuova citycar elettrica che si preannuncia "rivoluzionaria".

Anche il segmento delle sportive sarà presente al Salone. La Ferrari presenta ufficialmente la nuova F12, la berlinetta da 12 cilindri, mentre Lamborghini lancia in anteprima la Aventador Roadster e Porsche svela la terza serie della Boxster e la nuova 911 Turbo.

Mercedes e BMW non staranno di certo a guardare. La prima presenta al pubblico di Ginevra la nuova Classe A e la SL 63 AMG, mentre la seconda esibisce la Serie 6 Gran Coupé, la X6 restyling, la M6, la MINI Countryman JCW e l'inedita M Diesel.

Un'ultima nota è da dedicare ai costruttori orientali che saranno protagonisti della mostra. Ci sono la nuova Kia cee'd, la Hyundai i-oniq Concept e la i30, la Chevrolet Cruze, l'Infiniti Emerg-E, la Toyota Yaris Hybrid, la SsangYong XIV-2 Concept e il nuovo Mitsubishi Outlander.

Insomma, le premesse ci sono tutte. Ora vedremo se tutte queste novità saranno davvero capaci di risollevare le sorti del mercato.

Per i vostri spostamenti in auto scegliete la sicurezza delle polizza Driver: a soli €30 vi garantisce, per un anno, soccorso stradale, auto sostituiva e assistenza stradale!


(In collaborazione con Newstreet)

› Leggi gli altri articoli
› Iscriviti alla Newsletter