Ricalcolo preventivo
Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00
Cerca

Auto a stelle e strisce... che vedremo presto

Nella culla della Ford va in scena il primo appuntamento dell'anno del settore auto: yes news, good news.

Una città cresciuta a musica, auto e tensioni sociali. Contea di Wayne, Stato del Michigan, regione dei Grandi Laghi: siamo a Detroit, per oltre trent'anni indiscussa capitale mondiale del mondo dei motori. Un nome, una data e un luogo su tutti: Henry Ford, 1904, Mack Avenue. è qui che prende forma il mitico e primo di una lunga serie di esempi vincenti, Model T. A testimoniare e riconoscere i fasti del passato, Detroit oggi è sede di uno dei più importanti Saloni ufficiali dell'auto, il primo dell'anno in ordine cronologico e dunque sempre molto atteso. Alcuni degli esemplari proposti arriveranno anche in Europa, altri rimarranno il più classico dei sogni americani. Scopriamo cosa è stato svelato.

A fare degnamente gli onori di casa ci ha pensato, com'è ovvio a Detroit, la Ford con la nuova e aggressiva Shelby GT350R: muscoli e aerodinamica, carbonio e oltre 500 cavalli. Due posti per volare con la fantasia... in attesa che la casa comunichi i dati ufficiali sulle prestazioni.

Attese rispettate anche per il SUV firmato Volvo: l'XC90 R-Design farà storcere il naso ai puristi di questa categoria, perché introduce caratteristiche inusuali ma non per questo da "cassare" a priori. Intanto il look: messa da parte l'ultima tendenza che vuole linee più morbide, quasi femminili, per conquistare nuove fette mercato, questo modello torna a essere decisamente "maschio". Muso duro, spoiler e cromature lo fanno assomigliare a una supercar degna di qualche eroe dei fumetti. Particolarmente tosto il doppio scarico incastonato nel paraurti. All'interno, trionfano pelle nera, cuciture bianche, elementi in fibra di carbonio e ipertecnologico display da 12,3” touchscreen sempre connesso. In Italia è atteso per l'estate.

Auto a stelle e strisce... che vedremo presto | Allianz Global Assistance Auto a stelle e strisce... che vedremo presto | Allianz Global Assistance Auto a stelle e strisce... che vedremo presto | Allianz Global Assistance Auto a stelle e strisce... che vedremo presto | Allianz Global Assistance Auto a stelle e strisce... che vedremo presto | Allianz Global Assistance Auto a stelle e strisce... che vedremo presto | Allianz Global Assistance Auto a stelle e strisce... che vedremo presto | Allianz Global Assistance Auto a stelle e strisce... che vedremo presto | Allianz Global Assistance

Look british e cuore tedesco, la Mini in versione John Cooper Works torna a essere compatta pur mantenendo fede alla tradizione di una guida sprint. Sotto, monta un 2.0 litri turbo a quattro cilindri. Morale della favola, 231 cv di potenza sprigionati tra i 5.200 ed i 6.000 giri, con una coppia massima di 320 Nm tra i 1.250 e i 4.800 giri. Il cambio, manuale a sei marce o automatico, porta da zero a cento in sei secondi, centesimo più, centesimo meno. Consumi dichiarati: 5,7 litri per 100 km nel ciclo extraurbano.

Chiusura d'eccezione con la bellezza senza tempo delle auto firmate Bentley: il Salone di Detroit è stata l'occasione per raccogliere qualche informazione in più sull'attesissimo primo SUV della casa che si chiamerà Bentayga. Tra i modelli in “carne e ossa” spicca la lussuosa Mulsanne Speed: sotto il cofano è pronto a rombare un V8 biturbo da 6.750 cc prt 530 cavalli di potenza pura. Velocità di punta, 305 km/h.

› Leggi gli altri articoli