Ricalcolo preventivo
Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00

Istanbul, la città fra due mondi

Basiliche, harem, danze, mercati e molto altro!

Visitare Istanbul in pochi giorni non è cosa facile per chi può viaggiare solo nel week-end. Un rapido giro nella metropoli sul Bosforo parte dall'At Meydani, l'antico Ippodromo di Costantinopoli. Oggi è una grande area in cui è possibile ammirare l'Obelisco di Teodosio, la colonna serpentina (proveniente dal tempio di Apollo a Delfi) e la colonna di Costantino. Quindi si prosegue per la meravigliosa Sultan Ahmet Camii, ovvero la Moschea Blu. All'interno si possono osservare le caratteristiche mattonelle blu di ceramica di iznik (da cui deriva il nome della moschea), i tappeti e i magnifici lampadari. Il tour può continuare con la visita alla Yerebatan Sarayi, la più grande cisterna sotterranea della città. Si scende per una scala di gradini in pietra e ci si ritrova in una grande camera con 12 file di 28 colonne alte più di otto metri!

Tra ponti e Basiliche

Altra visita da non perdere è alla Küçuk Ayasofya Camii (Piccola Santa Sofia), l'antica chiesa dei Santi Sergio e Bacco, che diventò una moschea a metà del XIV secolo. D'obbligo un giro verso il famoso ponte di Galata (Galata Köprüsü) dove ci si può fermare ad osservare le navi e i traghetti di passaggio. Dopo essersi riposati si può continuare la passeggiata per raggiungere l'Ayasofya Müzesi, ovvero la Basilica di Santa Sofia, al cui interno si possono ammirare la maestosa cupola e i meravigliosi mosaici che fanno di questa moschea una delle più belle del Paese e un simbolo dell'architettura bizantina.

Harem, danze e mercati

Tappa d'obbligo in città è il Topkapi Sarayi (il palazzo imperiale), il grande complesso di edifici in cui risiedevano i sultani ottomani. All'interno si possono visitare l'harem e le stanze con l'esposizione dei gioielli di corte. Terminata la visita si può fare un giro nel Kapali çarsi (Gran Bazar), il più grande mercato coperto della città. Si può visitare, poi, la Sülemaniye camii, la straordinaria Moschea di Solimano il Magnifico. All'interno dell'imponente struttura, spiccano le sue decorazioni e le vetrate policrome. Quindi, si può proseguire verso la Galata Kulesi, la bellissima torre in pietra di epoca medievale, e il Misir Çarsisi, il bazar egiziano, per fare una passeggiata tra spezie varie e profumi intensi, dove si può acquistare il Raki, il famoso liquore turco aromatizzato all'anice.

Da non perdere le Cerimonie Sema dei dervisci rotanti. Si tratta di una suggestiva danza religiosa in cui i danzatori, con un lungo vestito bianco e una gonna larghissima, girano vorticosamente su se stessi fino a raggiungere quasi uno stato di estasi. È possibile assistervi in diversi luoghi, tra cui Yenikapi Mevlevihanesi, Silivrikapi Mevlevihanesi e Galata Mevlevihanesi.

La città del vapore

Prima di lasciare la metropoli turca per volare nel cuore dell'occidente, è d'obbligo entrare in un bagno turco. Ma non quelli dei grandi alberghi: quelli pubblici, veri e propri monumenti dove ci si lascia avvolgere dal vapore. Uno dei più antichi è Cemberlitas Hamam, nel centro storico. Costruito a metà del 1500, è frequentato da locali e turisti. Ma l'atmosfera è intatta.

› Leggi gli altri articoli
› Iscriviti alla Newsletter