Ricalcolo preventivo
Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00
Cerca

Le innumerevoli attrazioni di San Diego

Quintessenza dello spirito californiano, San Diego respira nei suoi ampi spazi

'Wear it again Sam' è il negozio dove troveremo i più strepitosi accessori e capi d'abbigliamento vintage in tutta la splendida città californiana di San Diego, posta sul litorale pacifico al confine con il Messico. Adorata dai turisti grazie al suo clima gradevolissimo - sia durante la mai troppo rigida stagione invernale che durante la sempre assolata stagione estiva - che la rende tappa ideale per una vacanza negli USA in tutti i periodi dell'anno, è abbracciata dalle foreste e parchi della contea, e da villaggi marini e riserve. Di fronte alla città, un porto naturale nascosto dalla penisola di Coronado.

Quintessenza dello spirito californiano, San Diego respira nei suoi ampi spazi ma, parallelamente, mantiene intatto il suo quid tradizionale e non perde la sua atmosfera distesa e tranquilla; a regalarle prestigio, le sue numerose università e i molti musei - chiara visibilizzazione di vitalità culturale - ma anche i rendez-vous tra gli artisti del momento, che si danno appuntamento a Balboa Park...

Ad attirare immancabilmente folle di turisti in città, senza dubbio le stupende spiagge e le mitiche onde del Pacifico, ideali per cavalcare la tavola da surf e per tutti gli sport acquatici in generale - non a caso, San Diego è stata designata, per tre volte, come sede dell'America's Cup, il trofeo in assoluto più ambito dal popolo dei velisti a partire dal 1851, anno della prima competizione. Il 1988, il 1992 e il 1995 gli anni in cui la città ha avuto l'onore di ospitare questo evento sportivo di fama internazionale, registrando la vittoria dei team statunitensi e neozelandesi.

Fatta non solo di spiagge e mare, però, San Diego merita una visita anche nei suoi affascinanti quartieri, partendo senza dubbio da Gaslamp Quarter - ex-patria di prostitute, alcool e gioco d'azzardo - poi sviluppatosi intorno al maxi-centro commerciale 'Horton Plaza', chiave di volta per la rinascita della città. Bonificato nei primissimi anni Ottanta e riqualificato sia allo scopo di tutelare la bellezza degli edifici in stile vittoriano che di consentire una serena quotidianità agli abitanti, il quartiere viene denominato 'distretto storico nazionale'. Alla luce della luna e nella magia dei suoi tipici lampioni, infine, Gaslamp Quarter offre decisamente il meglio di sé, sia per una passeggiata che per una puntatina nei numerosissimi cocktail bar e restaurant della Fourth e della Fifth Avenue...

Little Italy è, invece, il cuore pulsante della città: a regalargli colore ed atmosfera, il mercato che espone prodotti fortemente evocativi della tradizione mediterranea e gli artisti da strada che si improvvisano interpreti di canzoni napoletane... Non mancano, anche qui, pub e locali per la serata.

Ricchissimo di fantastici negozi ed impreziosito da un lungomare spettacolare, ecco, poi, il quartiere La Jolla, sede del Birch Aquarium, una vera e propria istituzione in fatto di studi e ricerche. Se diverse strutture analoghe lo superano quanto a dimensioni, questo acquario risulta però assolutamente imbattibile per le incredibili esposizioni relative alle meraviglie dell'universo marino, per i programmi dedicati alle scuole e per gli strumenti multimediali di cui si avvale. Altra chicca del quartiere è, certamente, la spiaggia Children's Pool, famosa per i leoni marini che la popolano e che si lasciano ammirare a distanza ravvicinatissima!! La Torrey Pines State Reserve invece, è un'oasi per la tutela dei boschi su terraferma di pini di Torrey - tipica specie in grado di adattarsi anche a climi molto aridi e a terreni sabbiosi e rocciosi - ed annovera anche diversi sentieri che conducono alla spiaggia. Ultima freccia nell'arco del quartiere, il San Diego-La Jolla Underwater Park, luogo sacro per gli amanti delle immersioni.

Amministrativamente separato da San Diego e considerato un'isola a sé dagli abitanti della città, ecco poi il Coronado, collegato alla terraferma tramite una sottile striscia di sabbia soprannominata 'Filo d'argento'. Raggiungibile anche via mare e via ponte - nello specifico, si tratta del Coronado Bay Bridge, inaugurato alla fine degli anni Settanta - questo piccolo mondo è fatto di ampie strade e casette graziosissime, tutte dotate di comfort e vasche idromassaggio.

Last but not least, tra i contesti cittadini caratteristici citiamo la Old Town, dove si trovano diversi edifici di interesse: la Whaley House, ad esempio, ovvero la casa più antica della città, che ha, nel tempo, più volte modificato la destinazione d'uso, da tribunale a teatro, fino a residenza privata; l'Old Globe Theatre, realizzato sul modello del Globe Theatre di Londra, e sede di numerosi spettacoli durante tutto l'anno... Nell'ambito dell'Old Town State Historic Park, invece, troviamo conservate cinque delle originarie costruzioni in mattoni, ma anche una scuola e gli uffici di un giornale.

Restando in tema di architetture storiche cittadine, inoltre, una notazione particolare va anche al Lincoln Hotel sulla Fifth Avenue, realizzato nel 1913 in stile orientaleggiante, e poi alla Louis Bank of Commerce: si tratta della prima costruzione in marmo di tutta San Diego, risalente al 1888, ed, ancora, al bellissimo edificio in mattoni del centro che risponde al nome di Yuma Building.

Dalle bellezze architettoniche alle bellezze di Madre Natura, la città californiana ha di che vantarsi, e di che offrire. Famosissimo, à coté della moderna e vitale Downtown, si trova il capolavoro di un'orticoltrice d'eccezione come Kate Sessions, che ha saputo riunire qualcosa come 10.000 specie differenti, tra alberi ed arbusti: parliamo del Balboa Park, agevolmente raggiungibile tramite diverse linee di autobus.

Oltre al Panama-California Exposition, il parco possiede diverse costruzioni di valore, tra cui la versione in cemento delle costruzioni realizzate per la Panama-California Exposition del 1915-16. Dal successo degli originali, in stile spagnolo-coloniale e realizzati in stucco, rete metallica, gesso e canapa, la decisione di realizzare i nuovi esemplari fotocopia, destinati ad un uso di lunga gittata. Oltre al Natural History Museum e al rinomato San Diego Museum of Art, teca per pitture e sculture, il Balboa Park può vantare, nella sua regione nord-occidentale, ed esteso per 40 ettari di superficie, il popolatissimo e celebre Zoo di San Diego, che raccoglie specie animali di ogni genere: grandi, piccole ed a rischio estinzione (queste ultime, ovviamente, particolarmente curate e tutelate), per un totale di ben 800 razze diverse, tra cui i panda giganti. Conosciuto in tutto il mondo per l'accuratezza di ricostruzione degli ambienti naturali, che lo rendono rivoluzionario nel suo genere, questo zoo risulta essere di notevole valore anche dal punto di vista botanico: consideriamo, ad esempio, che, grazie al clima semidesertico locale, hanno attecchito sul suo territorio bambù, eucalipti e piante tipiche delle foreste pluviali africane. Tra le aree di maggior interesse citiamo 'Tiger River' (di tipo forestale pluviale asiatica) e 'Gorilla Tropics' (di tipo forestale pluviale africana). Profondamente innovante relativamente alla metodologia espositiva, questo zoo si fa notare anche per le interessantissime mostre bioclimatiche che allestisce, e regala lo spettacolo migliore di mattina presto, con tutti gli animali in attività.

Ma un viaggio a San Diego non finisce qua: ad un'ora dal centro cittadino, invece, ci attende un parco tematico dedicato all'universo marino: 'Sea World', tenuto a battesimo nel 1964 nella costa di Mission Bay. Destinato ad un target inequivocabilmente familiare, questo parco ha ideato numerose opportunità a misura di mamme e baby, per consentire un approccio dolce con i protagonisti delle acque, tra delfini, balene, orche, trichechi e pinguini: niente giochi eccessivamente adrenalinici, ma attrazioni emozionanti come il rafting sui gommoni e il cinema quadridimensionale. Tra tutte le esibizioni degli animali, una sottolineatura speciale alle performance dei delfini, all'interno dello Shamu Stadium.

Come se le celebri spiagge, i quartieri pieni di fascino e le oasi naturalistiche non bastassero, San Diego ci propone anche numerosi musei e centri culturali da visitare: il Museum of Contemporary Art, ad esempio, oppure il Museum of Photographic Arts, che racconta la storia dell'ottava arte con particolare attenzione per l'aspetto tecnologico ed estetico, ed analizzandone la valenza sociale.

Il Maritime Museum, invece, illustra la storia dei viaggi sulle onde e fornisce una serie di info relative alla marina militare, mentre il World Beat Cultural Center propone performance ed esposizioni relative alla cultura africana e a numerose culture indigene sparse per il globo, ed offre lezioni di musiche e danze folkloristiche. Ultima citazione per una struttura espositiva molto particolare: il Model Railroad Museum, che vanta l'allestimento coperto di modellini ferroviari più grande in tutto il pianeta, e possiede prototipi di vere ferrovie della California meridionale.

› Leggi gli altri articoli
› Iscriviti alla Newsletter