Ricalcolo preventivo
Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00

Tra Europa e Italia, uno sguardo ai quartieri sostenibili...

Helsinki, Amsterdam e Berlino in cima alla ECO-classifica

Nel 2009, il lancio del CAT MED (Change Mediterranean Metropolises Around Time) - che coinvolge 11 città del bacino del Mediterraneo nella ricerca di soluzioni di trasformazione urbana a impatto zero - e, nel 2011, uscita prevista per la Carta europea dei quartieri sostenibili del Mediterraneo: sono solo due delle diverse applicazioni che sviluppano in questi anni, in Europa, i modelli urbanistici proposti dalla green economy. In particolare, quello dei quartieri sostenibili si configura come un mezzo efficace per migliorare la qualità della vita in città, ridurre le emissioni di CO2 e promuovere la cultura ambientalista. Ne costituisce un brillantissimo esempio il quartiere Eco-Vikki di Helsinki, progettato secondo una lista di 17 eco-criteri tra i quali non manca la tutela del benessere psicofisico dei residenti. Realizzato tra il 1999 e il 2004, Eco-Vikki accoglie 2000 abitanti e risparmia massicciamente energia avvalendosi di impianti di riscaldamento a bassa temperatura.

In primissima linea in fatto di sostenibilità è anche Amsterdam, che realizza, nella riqualificazione dell'ex area industriale GWL, un vero capolavoro: 600 unità abitative distribuite in un territorio di sei ettari e 100% car free, riconversione in negozi di tutti gli edifici industriali, utilizzo di materiali edili ecologici.

Spostiamoci in Germania: a Berlino troviamo il quartiere Prenzlauer Berg, modello di ecosistema urbano. Oltre ai numerosi shopping point e locali eco, nel quartiere si trovano la 'Wasserturm' (ovvero la torre dell'acqua potabile), il parco 'Kolle', progettato in tutta sicurezza, e 'Kollwitzplatz', un'area residenziale incredibilmente colorata! 'Riqualificazione' è la parola d'ordine anche a Friburgo, che ha ricavato un quartiere verdissimo a partire dall'area militare di Vauban. Edifici realizzati secondo i dettami della bioedilizia, un efficiente servizio di car sharing ed un'azione mirata sui comportamenti dei cittadini (chi pratica la differenziata, ad esempio, beneficia di agevolazioni fiscali): questi i suoi punti di forza. Ultima citazione, restando all'interno dei confini tedeschi, per Hannover e per il suo quartiere green che compie 10 anni, caratterizzato da un traffico veicolare ridottissimo e dall'uso di turbine eoliche e impianti a gas naturale per il riscaldamento. Le aziende produttive si sono adeguate allo spirito eco-friendly siglando un accordo con l'amministrazione ed impegnandosi, così, a riciclare e riusare materiali a ridotto impatto ambientale.

In Svizzera attori principali in ambito sostenibilità sono l'Ufficio federale dell'energia UFE e l'Ufficio federale dello sviluppo territoriale ARE, che nel 2009 hanno lanciato il progetto di 'Sviluppo sostenibile dei quartieri', ma che già dal 2002 operano in sinergia per realizzare soluzioni urbanistiche sostenibili e successivamente procedere con una verifica di fattibilità. Tra le aree di intervento, il quartiere Bullinger di Zurigo, la zona Dreispitz di Basilea e il quartiere Carré Vert di Ginevra.

In ambito italiano, invece, citiamo Roma, che già nel 2009 ha tenuto a battesimo il Parco di Plinio, articolato in sei comparti e totalmente autosufficiente dal punto di vista energetico, e che recentemente ha inaugurato Casal Bertone, capofila nel CAT MED. All'interno del suo perimetro sono stati collocati l'Osservatorio Permanente sui Cambiamenti Climatici e la prima Isola Ambientale.

Milano, poi, è attualmente impegnata nella realizzazione di un quartiere a zero emissioni, che si avvarrà, in luogo di impianti a gas, di una rete di teleriscaldamento che convoglierà l'acqua di risulta nello scarico dei servizi igienici e nell'irrigazione delle aree verdi. Chiudiamo con uno sguardo a Caserta e al progetto di un insediamento dotato di apparati di ventilazione atti a valorizzare l'energia passiva delle strutture e, sull'esempio del Lincoln Center newyorkese, di giardini verticali.

› Leggi gli altri articoli
› Iscriviti alla Newsletter