Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00

Martinica

Consigli utili per viaggiare in Martinica

Documenti e Ambasciate

Per il tuo viaggio in Martinica avrai bisogno del passaporto senza visto o la carta d’identità valida per l’espatrio purché dotati di biglietto andata e ritorno.
Sulle Isole non è presente l'Ambasciata d’Italia di competenza. Per ogni necessità occorre rivolgersi a quella residente in Francia che si trova a Parigi all’indirizzo Rue de Varenne, 51 – 75343.
Puoi contattare l’ambasciata via telefono (+33 1 4954 03 00), via fax (+33 1 4954 04 10) o via mail (ambasciata.parigi@esteri.it).
In caso di emergenza puoi chiamare il numero +33 6 8025 67 00. Per ulteriori informazioni visita il sito web: www.ambparigi.esteri.it.

Fuso orario

Per le tue vacanze in Martinica avrai bisogno di spostare le lancette indietro di 5h rispetto all’Italia, -6h quando in Italia vige l’ora legale.

Vaccini

Se stai organizzando il tuo viaggio in Martinica, ricorda che non sono previste vaccinazioni obbligatorie, né consigliate.

Rischi per la salute

Le condizioni idriche e igienico-sanitarie sono insufficienti. L'acqua, pur essendo potabile non è sicura, per cui è consigliabile consumare solo acqua in bottiglie sigillate, senza aggiungere ghiaccio oppure bevande calde. Preferire verdure cotte e frutta sbucciata.

Rischi in genere

L'isola è tranquilla.

Elettricità

La tensione della corrente elettrica è di 230V con prese di tipo C (come quelle italiane), D ed E per le quali è previsto l’utilizzo di un adattatore.

Quando andare in Martinica


Il periodo migliore per andare in Martinica è fra dicembre e maggio, quando la stagione è secca e il clima è mite.

Assicurazioni Consigliate

Prima di organizzare il tuo viaggio in Martinica devi sapere che sull'isola, la struttura ospedaliera pubblica "La Maynard" è ottima tanto da essere considerata la migliore dei Caraibi , sebbene, per casi particolarmente seri può essere consigliabile il rientro in Italia: si raccomanda di sottoscrivere l'assicurazione sanitaria e copertura spese mediche Travel Care che prevede, tra l'altro, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario.
Considerata la posizione geografica in cui si trova il Paese, potrebbero verificarsi disagi con le compagnie aeree. Per questo sono consigliabili i prodotti Ritardo Aereo e Bagaglio che coprono, nel primo caso, le spese di ritardo del volo e nel secondo, quelle per l'acquisto di beni di prima necessità per ritardo o smarrimento del bagaglio nonché rimborso delle spese in caso di furto dello stesso.
Nei centri grandi centri urbani possono verificarsi episodi di microcriminalità. È preferibile il prodotto Smartphone, Tablet, Fotocamera che protegge tutti i dispositivi in caso di furto, rapina o danni accidentali.

Cosa mettere in valigia

La temperatura è molto calda e quindi è consigliabile abbigliamento leggero, ma anche giacche impermeabili per gli acquazzoni che possono essere brevi ed imprevisti, solari e doposole ad alta protezione, cappello e occhiali da sole, infradito, una torcia elettrica (le strade non sono illuminate la sera), kit di primo soccorso (non dimenticare i fermenti lattici), spray repellente antizanzare sia per il corpo che per gli ambienti. Maschera e pinne. Se prevedi di pernottare in barca a vela non dimenticare asciugamani a nido d'ape e accappatoi in microfibra, mollette per appendere i costumi (in barca c'è sempre vento) e cerotti contro il mal di mare.

Se siete donne

Il Paese è sicuro anche per una donna che viaggia da sola e non ci sono accorgimenti particolari da tenere riguardo all'abbigliamento e al comportamento.

Guida rapida di comportamento

Gli isolani sono molto socievoli ed ospitali. Hanno una concezione "antillese" del tempo. Se prendi un appuntamento, prevedi un ritardo di un'ora. Amano molto i balli e la musica che sentirai ovunque. Sebbene la lingua principale sia il francese, fra loro parlano il creolo anche in presenza di stranieri.