Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00

Il Blog di Allianz Global Assistance

Tour del Giappone: alla scoperta di una terra piena di incanti

Tour del Giappone: alla scoperta di una terra piena di incanti | Allianz Global Assistance

Parti alla scoperta del Paese del Sol Levante: ecco un tour personalizzato per il tuo viaggio in Giappone tra grandi classici e curiosità.

Città avveniristiche e natura incontaminata: questa è la profonda essenza del Giappone, una terra piena di contrasti e di incanti i cui ideogrammi significano “origine del sole”.
Il Paese del Sol Levante è situato sulla costa insulare dell’Asia Orientale e grazie alle tremila isole da cui è composto vanta il record di densità abitativa, basti pensare che Tokyo conta più di 12.000 abitanti.
Nonostante la modernità palpabile delle grandi metropoli, il Giappone conserva ancora oggi moltissime tradizioni antichi e rituali senza tempo, come la celebre e irrinunciabile cerimonia del tè.

In tema di tradizioni è importante citare lo sport giapponese per eccellenza, il sumo, che sin dalle origini ha accompagnato la storia del Paese, trasformandosi da rito a disciplina militare. Anche le arti marziali orientali come Karate, Judo, Jujitsu, Aikido e Kendo ricoprono un ruolo di rilievo nella cultura nipponica.

La flora di questa terra è davvero varia e rigogliosa, arrivando a contare più di 4.500 specie tra ciliegi, camelie, azalee, abeti, bambù, gelsi, mirti, solo per citarne alcune; anche la fauna vanta una moltitudine di mammiferi, uccelli, rettili, anfibi e pesci, anche se sicuramente la scimmia è l’animale più diffuso.

Il clima si presenta davvero vario a causa della forma longitudinale del Paese e le temperature medie vanno dai 5° ai 16°, spesso inoltre si verificano monsoni e cicloni tropicali.

Il periodo migliore per visitare il Giappone? Certamente la primavera, quando è possibile assistere a quello spettacolo stupendo che è la fioritura dei ciliegi, l’Hanami.
Il fiore di ciliegio simboleggia per il popolo giapponese la bellezza effimera e la caducità del mondo che ci circonda: per celebrare e ammirare queste piante così pregne di significato, vengono quindi organizzati pic nic all’aperto, feste accompagnate da danze e musiche e serate piene di atmosfera con lanterne luminose come decorazioni.

Itinerario On Demand: un tour tra arte e tradizione nelle città più belle del Sol Levante

Nonostante le 12 ore di volo che ci separano dalla terra del Sol Levante, un viaggio in Giappone alla scoperta di questo splendido amalgama di tradizioni e modernità è qualcosa di davvero irrinunciabile.
Se hai a disposizione almeno 13 giorni vogliamo consigliarti un itinerario tra le città più antiche e caratteristiche per entrare in contatto con l’essenza, l’arte e i riti di un Paese colmo di storia.

Tappa 1: Tokyo. La capitale del Giappone è piena di fascino e rappresenta una tappa obbligata per chi decide di visitare la terra del Sol Levante. Il Palazzo Imperiale, circondato da meravigliosi giardini, è tutt’ora dimora dell’imperatore e apre le sue porte al pubblico solo due volte l’anno; Il santuario Meiji è il tempio shintoista più grande di Tokyo, costruito in onore dell’Imperatore che gli ha dato il nome e di sua moglie Shōken, è immerso in un parco dove sono state piantate 400 specie di alberi diversi; il quartiere di Shibuya è davvero affollato ed eccentrico e proprio qui è possibile trovare la statua del cane Hachiko che dopo la morte del suo padrone lo ha atteso in questo luogo per ben 11 anni; la Porta del Tuono accoglie i visitatori nel quartiere di Asakusa, dove è presente una incredibile pagoda a 5 piani, mentre nelle vicinanze è possibile godersi una vista panoramica unica sulla Tokyo Sky Tree, la torre più alta del Giappone.

Tappa 2: Nikko. L’attrazione principale della città è rappresentata dal mausoleo di Tokugawa Ieyasu, costruzione costituita da più di una dozzina di edifici scintoisti e buddisti situati all’interno di un incantevole bosco. Per la sua realizzazione è stata necessaria l’opera di migliaia di artigiani. Il lago Chuzenji situato sopra la città ai piedi del vulcano Nantai, regala uno spettacolo naturale magnifico: nei dintorni è possibile trovare le terme Chuzenjiko, il museo di scienze naturali di Nikko, il santuario Futarasan, il tempio Chuzenji e la villa dell'ambasciatore italiano. Infine, impossibile non visitare una delle cascate più belle del Giappone, quelle di Kegon che raggiungono i 100 metri di altezza.

Tappa 3: Kyoto. L’antica capitale del Giappone merita sicuramente una visita, soprattutto per chi non vede l’ora di immergersi nell’essenza tradizionale del Paese: a partire dal Castello Nijo-jo, oggi patrimonio dell’UNESCO, e dei suoi splendidi giardini fino al Padiglione d’Oro, Kyoto regala l’imbarazzo della scelta in quanto a spiritualità grazie alla presenza di ben 1400 templi e santuari.

Tappa 4: Nara. Nara è stata la prima capitale del Giappone e l’attrazione più importante della città è rappresentata dal tempio Todai – Ji al cui interno è ospitatao il Buddha Daibutsu, il più grande al mondo grazie ai suoi 15 metri di altezza. Sul retro del palazzo è presente una colonna con un foro al centro: la leggenda vuole che chiunque riesca ad attraversarlo riceva l’”illuminazione”.

Tappa 5: l'isola Miyajima. Il santuario Itsukushima è decisamente il luogo più spettacolare di questa isola. La sua particolarità è quella di essere stato costruito sull’acqua: i vari edifici sono collegati attraverso delle passerelle galleggianti.

Tappa 6: Kanazawa. La città rappresenta una delle mete più suggestive del Giappone: la presenza del quartiere dei Samurai (Nagamachi) e del quartiere della Geisha (Higashi Chaya-machi) la rendono un luogo davvero tradizionale e caratteristico. Tra le attrazioni meritano assolutamente una visita anche il Santuario di Oyama, il Castello di Kanazawa e i giardini Kenrokuen, trai più belli di tutto il Giappone.

Tour del Giappone: alla scoperta di una terra piena di incanti | Allianz Global Assistance

Classici imperdibili: cose assolutamente da vedere

Chi affronta un viaggio in Giappone non può non vivere queste imperdibili esperienze per vivere l’arte e la cultura del Paese del Sol Levante.

Monte Fuji: la vetta più alta del Giappone con 3.776 metri, considerata sacra dalla popolazione giapponese. La scalata è certamente alla portata di tutti anche se è abbastanza lunga e la temperatura in vetta si attesta intorno agli 0° anche durante il periodo estivo. “Chi scala il Monte Fuji una volta nella vita è un saggio, chi lo scala due volte è un folle”: questo è ciò che recita un detto locale, certamente ciò che è indubbio è la vista che si può godere dalla cima, letteralmente spettacolare.

Incontro di sumo: un evento a cui partecipare se si vuole entrare nel pieno della vita giapponese. L’incontro di lotta corpo a corpo è considerato sport nazionale: i tornei si tengono sei volte l’anno nei mesi dispari e durano 15 giorni.

Cerimonia del tè: il Cha-no-yu è un rituale antichissimo ed è basato su quattro principi definiti dal monaco buddista zen: armonia (wa), rispetto (kei), purezza (sei), tranquillità (jaku). Ogni dettaglio della cerimonia è definito con estrema cura, funzionale al momento della meditazione, in modo da raggiungere uno stato di serenità assoluta. Il tè utilizzato è il tè verde matcha, una qualità molto pregiata.

Spettacolo di una geisha: quella della geisha è sempre stata una figura controversa che fin dalle origini ha incarnato la bellezza e l’arte giapponese. Vestita con un elegante kimono questa figura femminile si occupa di intrattenere i clienti durante le serate che hanno luogo nelle sale da tè attraverso conversazioni, danze, interpretazioni canore. Per diventare una geisha è necessario intraprendere un percorso di studio che include diverse discipline che vanno dal canto al portamento. Assistere a un loro spettacolo è qualcosa di veramente emozionante.

Curiosità inedite: lo sapevi che…?

Lo sapevi che… i giapponesi indossano le mascherine per proteggersi dallo smog e dai pollini, oltre che per prevenire il contagio di altre persone in caso di influenza?

Lo sapevi che… mangiare carne era proibito dalla legge? Un bando dell’Imperatore Tenmu, risalente al 675 e probabilmente ispirato ai principi buddisti, stabiliva la pena di morte per chiunque mangiasse manzo scimmie o animali domestici. Tale imposizione è stata ripresa anche dai missionari cristiani e abolita solo a partire dal 1872.

Lo sapevi che… ballare in pubblico oltre la mezzanotte era proibito fino al 2015? Tale legge era stata emanata in seguito alla seconda Guerra Mondiale per cercare di limitare la prostituzione.

Lo sapevi che… i samurai provavano la propria katana su passanti incontrati per caso durante la notte? Tale pratica è stata bandita nel 1602.

Lo sapevi che… il Giappone è soggetto a 1.500 terremoti all’anno? Tali fenomeni si verificano soprattutto nelle isole che costituiscono la Cintura di Fuoco del Pacifico e spesso sono di lieve entità.

I consigli di viaggio di Allianz Global Assistance

Il maggiore problema per chi affronta un viaggio in Giappone può essere rappresentato dalle numerose calamità naturali che si verificano nel Paese: terremoti, eruzioni vulcaniche, tifoni non sono una rarità.
Sono, inoltre, sconsigliati i soggiorni nella parte nord-est del Paese perché sono presenti zone considerate di evacuazione o vietate, tra le quali l’area circostante la centrale nucleare danneggiata di Fukushima-Daiichi.

Tour del Giappone: alla scoperta di una terra piena di incanti | Allianz Global Assistance

TOP