Ricalcolo preventivo
Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00

Vacanza studio all'estero per imparare una lingua straniera

Vacanza studio all’estero: perché oggi è così importante parlare una seconda lingua e quanto tempo serve per diventare fluenti?

Perché le vacanze studio all’estero sono così richieste? Oggi la conoscenza di una lingua straniera non è solo una passione ma è diventata un’esigenza lavorativa: è difficile perfino immaginare un lavoro che non richieda quantomeno una comprensione minima dell’inglese.

Nell’era delle società multirazziali parlare una lingua straniera è anche un modo per integrarsi e aprirsi a nuove culture. Fatta questa premessa ben si comprende perché la richiesta di vacanze studio all’estero coinvolga oggi persone di tutte le fasce di età: dagli studenti ai disoccupati che progettano di emigrare per cercare lavoro, dai lavoratori che vogliono fare carriera fino alle persone più anziane che non hanno perso il coraggio di mettersi in gioco o che stanno pensando di trasferirsi all’estero per la pensione.

Ma come imparare una lingua straniera, inglese ma non solo, nel più breve tempo possibile e in modo efficace?
Esistono diversi metodi accessibili e low cost: dai film in lingua originale in streaming o sulla pay tv, ai corsi di lingua online. Ma il modo più efficace, e soprattutto dagli effetti duraturi nel tempo, resta senza dubbio la vacanza studio all’estero. Oggi peraltro i prezzi di un viaggio a Londra o negli USA non sono più proibitivi come qualche anno fa.

Molti, nel progettare la durata della vacanza studio all’estero, anche in relazione ai costi da sostenere, si chiedono quanto tempo occorre, andando fuori, per imparare una lingua. Chiariamo subito però che non esiste una risposta univoca a questa domanda e valida per tutti. Dipende in primis dalla difficoltà dell’idioma o dall’assonanza con la propria lingua madre (imparare lo spagnolo non sarà come studiare tedesco) ma anche dalla propria predisposizione personale e da quanto si è disposti a mettersi in gioco. Soprattutto agli inizi è importante parlare il più possibile con le persone del posto superando gli imbarazzi e la tentazione di fare gruppo con i propri connazionali.

Diciamo che la durata media di una vacanza studio all’estero non dovrebbe essere inferiore ad un mese. Con tre mesi si possono apprezzare risultati decisamente migliori. Di certo non si può pensare di andare all’estero una settimana e pretendere di tornare con una padronanza fluente della lingua straniera. Trattandosi di periodi medio-lunghi è consigliabile progettare il viaggio sotto tutti gli aspetti pratici in modo da potersi concentrare, una volta partiti, esclusivamente sul proprio obiettivo e senza imprevisti. In quest’ottica è assolutamente consigliabile un’assicurazione pensata per la vacanza studio all'estero.  Allianz Global Assistance ti offre anche l’opzione annuale con la copertura di più viaggi nello stesso anno.

Per padroneggiare bene una lingua straniera ci vuole impegno continuo, anche di ritorno dalla vacanza studio all’estero: non guardate al viaggio come ad un punto di arrivo ma piuttosto di partenza. Viaggiare predispone all’ascolto di lingue straniere ma questa conoscenza va allenata di continuo, con film, libri e qualsiasi altro modo possibile.

 

› Leggi gli altri articoli