Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00

Il Blog di Allianz Global Assistance

Viaggiare in gravidanza: le vacanze estive e i consigli da seguire

Viaggiare in gravidanza: le vacanze estive e i consigli da seguire  | Allianz Global Assistance

Vacanze e gravidanza: quali sono le mete consigliate e gli accorgimenti da seguire?

Viaggiare in gravidanza può creare qualche perplessità e dubbio: si può viaggiare in aereo in gravidanza? La nave può creare dei problemi? È meglio l’aria fresca della montagna o la brezza delle località balneari? Se è vero che ogni gravidanza è un’esperienza a sé stante, è anche vero che, se la futura mamma è in buona salute e la gravidanza non ha complicazioni, prendendo qualche semplice precauzione si può andare praticamente ovunque.

Per viaggiare in gravidanza, l’unica cosa da tenere in considerazione è il trimestre nel quale ti trovi: il primo trimestre può essere più delicato perché l’organismo materno deve adattarsi alla novità, il secondo, invece, è solitamente quello in cui le future mamme sono più tranquille, mentre nell’ultimo trimestre il pancione ingombrante e il pensiero del parto che si avvicina possono rende la partenza per le vacanze un po’ più difficoltosa.

Viaggiare in gravidanza: qual è il mezzo di trasporto più adatto?

Le incertezze più comuni sul viaggiare in gravidanza sono legate soprattutto al mezzo di trasporto da utilizzare. L’aereo, al contrario di quello che si può pensare, è il mezzo più sicuro per affrontare un lungo viaggio perché non crea vibrazioni né stimola contrazioni alla futura mamma. Per viaggiare in aereo in gravidanza è consigliabile scegliere un posto vicino al corridoio, così che tu possa avere libertà di movimento e fare qualche passo durante il volo. Una precauzione che puoi prendere è quella di indossare calze a compressione graduata per ridurre l’accumulo di liquidi nelle gambe e favorire la circolazione.

Anche il treno è un mezzo sicuro per viaggiare e ha il vantaggio di permettere il movimento e le passeggiate tra e carrozze. Ma se aereo e treno hanno orari e temi prestabiliti, l’auto invece ti permette di gestire il viaggio in autonomia senza essere soggetto a vincoli. Da non dimenticare la cintura di sicurezza: ricordati di tenerla sempre allacciata, avendo cura di far passare le fasce ben sopra e sotto il pancione.

Viaggiare in gravidanza: le vacanze estive e i consigli da seguire  | Allianz Global Assistance

Viaggiare in gravidanza: cosa scegliere tra mare o montagna?

Mare o montagna? La scelta dipende solo dai tuoi gusti, in entrambi i casi è importante non esporsi troppo al sole e proteggersi soprattutto nelle ore più calde della giornata. L’aria fresca della montagna e le passeggiate tra la natura possono sicuramente aiutare le future mamme a rilassarsi e a riposarsi, così come camminare sul bagnasciuga, che aiuta anche a migliorare e riattivare la circolazione delle gambe.

Da non escludere anche le città d’arte che offrono alle mamme in viaggio file e biglietti preferenziali, agevolazioni e attenzioni particolari. Anche in questo caso, però, è bene ricordare di non scegliere mete troppo calde e sovraffollate e di non fare passeggiate lunghe e stancanti. Tra le destinazioni consigliate ci sono Budapest, con i suoi bagni termali, le Isole italiane e gli USA, una destinazione sicura per viaggiare in gravidanza.

Prima di partire è, comunque, buona norma parlare con il proprio medico, stipulare un’assicurazione sanitaria per le donne e ricordarsi di portare sempre con sé i documenti più importanti: carta d’identità, tessera sanitaria e la cartella clinica con il numero del medico curante così da evitare qualsiasi disagio e fastidio durante le vacanze.

TOP