Ricalcolo preventivo
Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00
Cerca
 

A luglio tra tori, cavalli e marlin

Viaggio da Pamplona a Key West, passando per la Mongolia: è questo il mese dei festival per chi ha uno spirito 'bestiale'.

La festa in onore di San Firmino, patrono della Navarra, è il risultato di una fusione armoniosa tra elementi religiosi e spirito festaiolo con richiami, a tratti anche 'selvaggi', al Carnevale e agli antichi Baccanali. Otto giorni, nove considerando quello della cerimonia di inaugurazione, dal 6 al 14 luglio: durante questo periodo le strade di Pamplona diventano teatro di una festa, la cui ricetta capace di attirare miglia di turisti ogni anno prevede alcol e musica. Alle otto del mattino scatta l'evento culminante della manifestazione: la folle, insensata, amatissima corsa dei tori, liberati per le vie strettissime della città vecchia affollate di persone. La regola d'oro è tenersi alla larga dai guai!

La Mongolia, meta che negli ultimi anni è turisticamente esplosa tra i viaggiatori a caccia di paesaggi incontaminati, natura selvaggia e silenzi mozzafiato, festeggia puntualmente dall'11 al 13 luglio una sorta di Olimpiade nazionale. La festività di Naadam, di origine molto antica, dal 1921 è anche l'occasione per celebrare l'indipendenza del Paese. Si tratta di un appuntamento che ha radici lontanissime, oltre otto secoli di storia che rivivono nello spirito dei concorrenti e nelle prove che questi sono chiamati ad affrontare. Allo stadio della capitale, Ulan Bator, arrivano rappresentanti da tutte le regioni del Paese per sfidarsi e conquistare l'ambito Leone della Mongolia: tre gli sport protagonisti, la lotta libera mongola, il tiro con l'arco e l'attesa corsa a cavallo.

A luglio tra tori, cavalli e marlin | Allianz Global Assistance A luglio tra tori, cavalli e marlin | Allianz Global Assistance A luglio tra tori, cavalli e marlin | Allianz Global Assistance A luglio tra tori, cavalli e marlin | Allianz Global Assistance A luglio tra tori, cavalli e marlin | Allianz Global Assistance A luglio tra tori, cavalli e marlin | Allianz Global Assistance A luglio tra tori, cavalli e marlin | Allianz Global Assistance

Durante la sua permanenza a Key West, Ernest Hemingway scrisse alcune delle sue opere più durature, dividendo il tempo libero tra le sue passioni più grandi: la pesca e la socializzazione, spesso annaffiata da dosi abbondanti di alcol. Come ogni anno, anche questa estate dal 15 al 20 luglio, i fan delle sue opere e del suo stile di vita esuberante si riuniscono nell'ormai celebre località della Florida per rendergli omaggio con un singolare concorso di sosia che attira decine di aspiranti Hemingway, per lo più uomini bianchi tarchiati con la barba. Oltre a questo, tra le manifestazioni previste ci sono incontri letterari, commemorazioni, parate 'demenziali' e visite guidate ai luoghi simbolo del soggiorno di Hemingway a Key West. Immancabile, ovviamente, la battuta di pesca a caccia di marlin sulle orme de 'Il vecchio e il mare'.

› Leggi gli altri articoli
› Iscriviti alla Newsletter