Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00

Repubblica Dominicana

Consigli utili per viaggiare in Repubblica Dominicana

Documenti e Ambasciate

Per il tuo viaggio in Repubblica Dominicana avrai bisogno del passaporto senza visto di ingresso per soggiorni fino a 60 giorni. Ti consigliamo di portare con te delle fotocopie dei documenti, in particolare del visto e carte di credi e di lasciare gli originali in hotel o in un luogo sicuro.
L'Ambasciata d’Italia di competenza si trova a Santo Domingo all’indirizzo P.O. Box 796 Calle Rodriguez Objio n. 4 – Sector Gazcue. Puoi contattare l’ambasciata via telefono al numero +1.809-682.0830 –687.0078 o al +1.809.399.3830 (cellulare reperibilità), via fax (+1.809.682.8296 – 685.7051) o via mail (ambsdom.mail@esteri.it).
Per ulteriori informazioni visita il sito web www.ambsantodomingo.esteri.it

Fuso orario

Per le tue vacanze in Repubblica Dominicana avrai bisogno di spostare le lancette indietro di 5h rispetto all’Italia, -6h quando in Italia vige l’ora legale.

Vaccini

Se stai organizzando il tuo viaggio in Repubblica Dominicana, ricorda che non sono previste vaccinazioni obbligatorie, né consigliate.

Rischi per la salute

Le condizioni idriche, igienico-sanitarie sono insufficienti. L'acqua non è sicura, per cui è consigliabile consumare solo acqua in bottiglie sigillate, senza aggiungere ghiaccio oppure bevande calde. Si consiglia di lavarsi o disinfettarsi sempre le mani prima di mangiare e di consumare frutta con la buccia e cibi solo cotti.

Rischi in genere

Non ci sono particolari indicazioni sui rischi perché l’isola è abbastanza tranquilla.

Elettricità

La tensione dell’elettricità è di 110V con prese di tipo con prese di tipo A, B per le quali è previsto l’utilizzo di un adattatore. Tener conto che sono frequenti nell'arco della giornata fenomeni di black-out a seconda della zona. I back-out sono molto più soventi nei quartieri poveri.

Quando andare in Repubblica Dominicana


Il periodo migliore per andare in Repubblica Dominicana è fra dicembre e aprile, durante la stagione più secca, caratterizzata da piogge rare e di breve durata e da alte temperature ma con assenza di umidità. Durante la stagione umida invece (da maggio a novembre) le piogge sono frequenti, il tasso di umidità sale e le precipitazioni possono intensificarsi in tempeste tropicali o uragani.

Assicurazioni Consigliate

Prima di organizzare il tuo viaggio in Repubblica Dominicana devi sapere che le strutture sanitarie pubbliche sono gratuite anche per i turisti stranieri ma le loro condizioni igieniche risultano essere molto scarse. Le cliniche private hanno standard più elevati ma i costi sono proibitivi, al pari di quelli statunitensi. Per esempio, le cure per una puntura di insetto possono costare più di 7.700 euro. È raccomandabile sottoscrivere l'assicurazione sanitaria e copertura spese mediche Travel Care che prevede, tra l'altro, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario.
Considerata la posizione geografica in cui si trova la Repubblica Dominicana, potrebbero verificarsi disagi con le compagnie aeree. Per questo sono consigliabili i prodotti Ritardo Aereo e Bagaglio che coprono, nel primo caso, le spese di ritardo del volo e nel secondo, quelle per l'acquisto di beni di prima necessità per ritardo o smarrimento del bagaglio nonché rimborso delle spese in caso di furto dello stesso.
Soprattutto nelle grandi aree urbane e nei luoghi con una maggior affluenza turistica i furti sono alquanto comuni: è preferibile il prodotto Smartphone, Tablet, Fotocamera che protegge tutti i dispositivi in caso di furto, rapina o danni accidentali.

Cosa mettere in valigia

Prevedere abbigliamento leggero e comodo, golf per la sera e k-way per gli acquazzoni improvvisi, solari ad alta protezione, occhiali da sole, cappellino, maschera e pinne, kit di primo soccorso (non dimenticare i fermenti lattici), carta e penna, coltellino multiuso, torcia elettrica, repellente per insetti, qualche piccolo regalino per gli abitanti o i bambini. E se andrai in barca, anche asciugamani a nido d'ape, cerotti per il mare e mollette per stendere i costumi.

Se siete donne

Il Paese è tranquillo per una donna che viaggia da sola. Alcuni accorgimenti utili: se andate in moto, sedetevi sul dorso con le gambe unite, poiché la seduta all'amazzone è considerata poco signorile per le donne. Prevedere un foulard per coprire le spalle se visitate le chiese.

Guida rapida di comportamento

Se entri in una chiesa, gli abitanti gradiranno se indossi un abbigliamento adeguato al luogo. Per la popolazione è naturale il contatto fisico e gesticolare: non sorprenderti per la facilità con cui le persone ti toccano mentre parlano o usano gesti per esprimere un concetto. Se chiami un taxi o un autobus, agita un dito o tante dita corrispondenti a quanti sono i passeggeri.