Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00

Islanda

Consigli utili per viaggiare in Islanda

Documenti e Ambasciate

Per il tuo viaggio in Islanda avrai bisogno della carta d’identità valida per l’espatrio o del passaporto.
In Islanda non è presente l'Ambasciata Italiana di competenza. Per ogni necessità occorre rivolgersi a quella residente ad Oslo, in Norvegia, all’indirizzo Inkognitogata 7 – 0244.
Puoi contattare l’ambasciata via telefono (+47 23 08 49 00), via fax (+47 22 44 34 36) o via mail (ambasciata.oslo@esteri.it).
In caso di emergenza (nell’orario di chiusura delle Sede) puoi chiamare il numero +47 92 42 42 70.

Fuso orario

Per la tua vacanza in Islanda avrai bisogno di spostare le lancette indietro di 1h rispetto all’Italia, -2h quando in Italia vige l’ora legale.

Vaccini

Se stai organizzando il tuo viaggio in Islanda, ricorda che non sono previste vaccinazioni obbligatorie, né consigliate.

Rischi per la salute

Le condizioni idriche, igienico-sanitarie sono buone. Non sussistono rischi per la salute.

Rischi in genere

Per il tuo tour in Islanda non ci sono particolari indicazioni sui rischi perché il Paese è sicuro.

Elettricità

La tensione dell’elettricità è di 230V con prese di tipo C ed F per le quali è previsto l’utilizzo di un adattatore.

Quando andare in Islanda


Il periodo migliore per andare in Islanda è senza dubbio l’estate quando il clima è più mite. In particolare, il clima più mite lo troverai ad agosto. Per vedere l’aurora boreale in Islanda, il periodo migliore va da ottobre ad aprile, proprio il contrario del periodo migliore indicato per visitare il Paese.

Assicurazioni Consigliate

Prima di organizzare il tuo viaggio in Islanda devi sapere che in caso di necessità, la Tessera Europea di Assicurazione Malattia consente di usufruire dell'assistenza sanitaria nelle strutture pubbliche che sono di buon livello. Buono anche il reperimento di farmaci da banco. Per casi particolarmente seri può essere consigliabile stipulare una polizza sanitaria che copra anche il rimpatrio e consente di essere indirizzati alla struttura, anche privata, più idonea a trattare lo specifico problema medico. Per questo è raccomandabile sottoscrivere l'assicurazione sanitaria e copertura spese mediche Travel Care che prevede, tra l'altro, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario.

Cosa mettere in valigia

Si consiglia una valigia morbida, cappellino antipioggia, un abbigliamento sportivo, informale, non troppo leggero, golf e giaccone impermeabile, scarpe comode resistenti alla pioggia e da trekking, torcia, coltellino multiuso, kit di primo soccorso, ombrello, mascherina da notte (non sono usate tapparelle o persiane). Ciabatte, accappatoio, cuffia per i bagni termali e sacco a pelo (molti alberghi ne consento l'uso se si desidera risparmiare).

Se siete donne

Il Paese è sicuro anche per una donna che vuole viaggiare da sola e non ci sono accorgimenti particolari da tenere riguardo all'abbigliamento e al comportamento.

Guida rapida di comportamento

La popolazione è molto riservata e non è consuetudine il contatto fisico, anche durante i saluti, che avvengono solo in modo verbale. Di norma, ricorda che il pranzo è intorno alle 11.30-12 mentre la cena alle 18. Nei pub, se chiedi una birra, non avrai del cibo di accompagnamento. Se sei invitato in una casa privata ricordate sempre di toglierti le scarpe. Gli islandesi amano e rispettano molto il loro territorio e, dunque, occorre prestare attenzione a gettare i rifiuti negli appositi contenitori.