Ricalcolo preventivo
Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00

Il Blog di Allianz Global Assistance

Viaggio a Cuba: perché non rimandare e partire subito

Viaggio a Cuba: perché non rimandare e partire subito | Allianz Global Assistance

Tra le mete più ambite per le vacanze, è un’isola con due anime: una turistica e una più popolare. Come prepararsi per un viaggio a Cuba e scegliere la polizza viaggi più adatta.

Un viaggio a Cuba è un viaggio nel tempo oltre che nello spazio: non sono molte le destinazioni che fondono allo stesso tempo e in maniera spettacolare natura e storia. Tutto nell’isola, e in particolare all’Havana, è una testimonianza delle vicende storiche di questo Paese, caratterizzate da una lunga lotta per l’indipendenza, dagli spagnoli prima e dagli americani poi. Ovunque si respira la contraddizione tra orgoglio nazionalista e tradizione da un lato e la voglia di apertura e di cambiamento dall’altro.

Da dicembre 2014 è stato revocato l’embargo statunitense, che aveva di fatto confinato Cuba ad uno stato di isolamento e che ha fermato per decenni l’orologio preservando l’essenza della città. Per i cubani la fine dell’embargo ha significato la possibilità di circolare più liberamente, ma anche l’impatto sul turismo è stato notevole. Probabilmente l’autentico spirito latino e caraibico di questo luogo è destinato a perdersi in un futuro non troppo lontano. Ecco perché non bisognerebbe rimandare troppo a lungo un viaggio a Cuba.

Oggi esistono ancora due isole racchiuse in una: la Cuba più turistica e quella che è ancora appannaggio unico dei cubani. E allo stesso tempo esistono due modi molto differenti di visitare Cuba: l’itinerario classico che tocca i must see, dall’Havana vecchia a Santiago passando per Trinidad, con i suoi edifici coloniali, e l’esplorazione più autentica che porta alla scoperta dei luoghi meno battuti, dove è ancora possibile entrare in contatto con la cultura locale.

Molti i turisti che si affidano ai pacchetti organizzati e alloggiano negli hotel di Varadero o di Guardalavaca. Ma c’è anche chi è spinto dallo spirito di avventura e decide di viaggiare a bordo della “guagua” (autobus locale) e dormire nelle casas particulares, il corrispondente dei nostri bed & breakfast (alloggi semplici gestiti dai privati nelle loro case con colazione tipica inclusa). La cosa buona, rispetto anche ad altri Paesi dell’America Latina, è che a Cuba viaggiare in modo autonomo, anche se sempre con le dovute accortezze, è piuttosto sicuro, sia dal punto di vista sanitario che della presenza di criminalità. Al di là dei luoghi comuni infatti Cuba vanta un sistema sanitario tra i migliori al mondo. Il fenomeno è stato ribattezzato dagli studiosi di globalizzazione “il paradosso cubano” perché, a fronte di un isolamento economico, si riscontra un alto livello della sanità pubblica confermato anche dalla bassa mortalità infantile e dall’aspettativa di vita tra le più longeve al mondo. Attenzione però: l’assicurazione medica non è solo consigliata, soprattutto per chi decide di fare un viaggio avventuroso a Cuba, ma, dal 2010, è obbligatoria per tutti i turisti. Tra le miglior polizze per i viaggi a Cuba e, soprattutto, tra le assicurazioni accettate dal governo cubano, c’è la nostra Travel Care, una polizza viaggio flessibile e adatta ad ogni esigenza, sia per soggiorni brevi che per viaggi  più lunghi.

Cosa state aspettando? Il periodo migliore per un viaggio a Cuba va da novembre a fine aprile quindi avete ancora qualche settimana per approfittare di un last minute per Cuba e partire alla scoperta di questo viaggio nello spazio e nel tempo.

 

TOP