Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00

Il Blog di Allianz Global Assistance

Viaggio in India: quali sono i documenti necessari per entrare nel Paese?

Viaggio in India: quali sono i documenti necessari per entrare nel Paese? | Allianz Global Assistance

Il passaporto e il visto per l'India sono sicuramente i due documenti fondamentali per poter entrare nel Paese e scoprire le bellezze che lo popolano

Vista la grandezza e la vastità del suo territorio, per organizzare un viaggio in India è necessario prima informarsi anche per conoscere tutti i documenti di cui bisogna disporre per entrare nel Paese. Il documento che senza dubbio deve essere preso in considerazione come il primo di cui preoccuparsi quando si vuole partire alla volta di questo stato asiatico è il visto per l'India.

Ottenerlo non è complicato, bisogna però rispettare un iter per la compilazione della domanda di richiesta regolato da precise norme e procedure. Ecco quindi quali sono i passaggi e le modalità con cui richiedere il proprio visto per partire per un viaggio in India.

Viaggio in India: quali sono i documenti necessari per entrare nel Paese? | Allianz Global Assistance

Viaggio in India, quali tipologie di visto esistono e dove richiederlo?

Se si vuole scoprire l'India, un Paese meraviglioso e affascinante, ricco di storia e tradizioni, come la Festa di Ganesh in India, è bene informarsi prima di organizzare un viaggio su quali siano i documenti e le pratiche burocratiche da dover sbrigare per poter entrare nel territorio. Oltre a un passaporto che abbia almeno 6 mesi di validità residua, per poter accedere allo Stato indiano è necessario essere in possesso di un visto per l'India. Quest'ultimo, fino all'aprile del 2017, poteva essere richiesto solo ed esclusivamente agli uffici consolari indiani presenti sul territorio italiano con un anticipo di più di una settimana. Tali uffici sono rappresentati dall'Ambasciata d'India a Roma e dal Consolato Generale indiano a Milano.
A partire invece dall'aprile 2017, invece, le regole per ottenere questo documento sono cambiate: il visto per l'India online è diventata una nuova modalità con cui entrare in possesso del permesso per entrare nel Paese.

Esistono due tipologie principali di visto per l'India online:

  • visto turistico standard;
  • autorizzazione elettronica all'ingresso (E-Visa).

Il visto turistico standard è rappresentato da un adesivo che viene apposto sul passaporto e che garantisce al viaggiatore libertà di movimento e minori restrizioni rispetto all'E-Visa. Permette di avere ingressi multipli e liberi da ogni porto e aeroporto e consente al viaggiatore di fare crociere in India e di accedere al SIKKIM e ad aree ristrette.

L'autorizzazione elettronica all'ingresso è invece stata concessa agli italiani da aprile 2017 e può essere richiesta per finalità turistiche. Questa tipologia di visto per l'India non rappresenta però un vero e proprio visto, bensì un'autorizzazione a recarsi nel Paese. L'E-Visa viene apposto dai funzionari del governo indiano all'arrivo nello Stato, a seguito della raccolta di alcuni dati biometrici. Questo visto per l'India presenta numerose restrizioni, come limitazioni sul tipo di viaggio, sull'aeroporto di arrivo, sulla permanenza, sugli ingressi e suoi luoghi visitabili. Esso presenta 5 categorie principali:

  • visto business;
  • visto di lavoro;
  • visto studenti;
  • visto conferenza;
  • visto medico.

 

Viaggio in India: quali sono i documenti necessari per entrare nel Paese? | Allianz Global Assistance

Quali sono i documenti necessari per il visto per l'India online?

I documenti necessari per richiedere il visto turistico per il proprio viaggio in India sono:

  • passaporto con validità di almeno 6 mesi a partire dalla data di invio della domanda, e con ancora almeno 2 pagine libere adiacenti;
  • 2 foto tessere a colori su sfondo bianco di dimensioni 5 cm x 5 cm;
  • se si possiede un passaporto nuovo, copia dell'ultimo passaporto scaduto;
  • copia della prenotazione del biglietto aereo;
  • copia della prenotazione alberghiera e del tour dell'India diviso in tappe, o, se si risiede da un privato, copia della lettera di invito in inglese e del documento di identità o visto valido dell'ospitante;
  • form di richiesta del visto online stampato e firmato;
  • altri passaporti in caso di nazionalità doppia o multipla.

Una volta ottenuto il visto per l'India online sarà necessario, per cominciare il viaggio in India ed entrare quindi nel Paese, essere in possesso del visto online stampato, del passaporto e del biglietto aereo di uscita dall'India.

Viaggio in India: quali sono i documenti necessari per entrare nel Paese? | Allianz Global Assistance

Quali sono validità, tempi di consegna e costi del visto per l'India?

Mentre il visto turistico per l'India ha una durata di 6 mesi senza limiti di permanenza, l'E-Visa è valido per soli 2 mesi e può essere richiesto solo 3 volte per anno civile. Una volta compilata e inviata la domanda di richiesta del visto per l'India, i tempi di rilascio di quest'ultimo sono molto brevi. Generalmente, infatti, bastano 3 giorni per ottenere il proprio documento.

Capita però abbastanza spesso che ci siano ritardi o problemi burocratici. Il consiglio è quindi di considerare sempre almeno 10 giorni lavorativi, a partire dall'invio della domanda, per il rilascio del visto per l'India online. I costi del visto per l'India variano a seconda del fatto che si siano già depositati o meno i dati biometrici, e se si faccia il visto online oppure recandosi direttamente in Ambasciata o con un'agenzia intermediaria.

Prima di partire per il proprio viaggio in India poi, è buona norma scegliere un'assicurazione annullamento viaggio, che consente essere tutelati in casi come la cancellazione di un volo, della prenotazione di un hotel o di un soggiorno organizzato da un tour operator. 

TOP