Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00

Il Blog di Allianz Global Assistance

Vacanze in Israele: alla scoperta delle tradizioni gastronomiche del Paese

Vacanze in Israele: alla scoperta delle tradizioni gastronomiche del Paese  | Allianz Global Assistance

Vacanze in Israele: il racconto di Elena e delle sue esperienze culinarie in Terra Santa

Lo Stato d’Israele è uno dei luoghi più belli del pianeta e di cose da vedere ce ne sarebbero un milione, ma la maggior parte dei tour comincia dalla Città Bianca: Tel Aviv.

Il motivo è legato soprattutto a questioni logistiche: il suo aeroporto (Ben-Gurion), che si trova a circa 20 chilometri dal centro della città, è il principale scalo del Paese.

Tel Aviv, che in ebraico significa “collina della primavera”, è il centro economico di Israele, nonché una delle mete più gettonate per chi cerca divertimento, temperature quasi sempre miti e fervore culturale. Del resto, non sarà un caso se si dice Jerusalem for prays, Tel Aviv for play”.

Per un tour in Israele il consiglio è quello di documentarsi, prima di partire, su visti e permessi e di stipulare un’assicurazione di viaggio per non preoccuparsi di nulla e potersi godere a pieno il viaggio in Terra Santa!

Scopri con noi le vacanze in Israele di Elena, per scoprire le tradizioni culinarie e gastronomiche del Paese in un tour della Terra Santa da Tel Aviv a Gerusalemme.

Vacanze in Israele: alla scoperta delle tradizioni gastronomiche del Paese  | Allianz Global Assistance

Cosa mangiare in Israele, tappa a Tel Aviv

Tel Aviv è piena di angoli da scoprire. Uno dei posti da visitare assolutamente è il mercato Carmel, chiamato anche mercato della frutta e della verdura, dove potrai assaggiare lo street food israeliano senza spendere un capitale. Durante le tue vacanze in Israele un’altra tappa obbligata è il lungomare di Jaffa, un’antica città fatta di terrazze, che oggi fa parte del distretto di Tel Aviv. Qui potrai bere dell’ottimo succo di melograno spremuto al momento. Davvero da non perdere!

Girando per Tel Aviv dal porto si sale verso la città vecchia, attraverso una scala in pietra che si collega a una piazza, qui si trova la Fontana dello Zodiaco. Salendo ancora si arriva al Ponte dei Desideri, una sorta di terrazza panoramica da cui si domina l’intera baia. La tradizione vuole che, se si appoggiano le mani sul proprio segno zodiacale e si esprime un desiderio guardando il mare, questo si avveri.

Per quanto riguarda i piatti tipici israeliani devi sapere che ho davvero un debole per questo tipo di cucina, un mix di sapori tra mondo arabo e mondo occidentale. Durante un tour in Israele alla scoperta delle tradizioni gastronomiche, una delle specialità che proprio non puoi perderti è l’hummus, una crema di ceci e tahina (pasta di sesamo), servita con pane pita. Anche quest’ultimo è da andare fuori di testa!

Vacanze in Israele: alla scoperta delle tradizioni gastronomiche del Paese  | Allianz Global Assistance

Fra i consigli utili per viaggiare in Israele c’è sicuramente, come ti anticipavo prima, quello di visitare il mercato del Caramel per quanto riguarda lo street food, dove avrai solo l’imbarazzo della scelta. Nella lista di cosa mangiare in Israele ti consiglio di assaggiare (magari non tutti insieme!):

  • i falafel, che sarebbero deliziose polpette di ceci;
  • l’insalata israeliana a base di cetrioli, pomodori, prezzemolo, olio, limone e sale e pepe;
  • il babaganoush, una salsa squisita a base di melanzane e tahina;
  • il sabich, una sorta di sandwich all’israeliana, costituito da una pita ripiena di melanzane fritte, patate lesse, uova sode, insalata israeliana, tahina, salsa piccante e altri condimenti esotici.

Se ami i dolci, non puoi non concludere in bellezza con il tipico kanafeh o l’halwa. Il primo è un dessert che viene fatto sul momento, a base di pasta fillo e farcito con crema di latte, mentre l’halwa è a base di pasta di sesamo, condito in vari modi: al pistacchio, al cioccolato, alle fragole, ecc. Imperdibili anche il tipico pane dello Shabbat, la challah, un pane simile al pan brioche, e la baklava, un dolce a base di pasta fillo e frutta secca. Da capogiro!

Viaggio in Terra Santa, i consigli per visitare Gerusalemme

Un’altra meta da non perdere in un tour in Israele è Gerusalemme. Spostarsi da Tel Aviv a Gerusalemme è piuttosto semplice: si può andare con un viaggio organizzato oppure, come ho fatto io, prendendo un taxi.

Vacanze in Israele: alla scoperta delle tradizioni gastronomiche del Paese  | Allianz Global Assistance

Lo spirito a Gerusalemme, rispetto a Tel Aviv, cambia completamente. Il fulcro di Gerusalemme è concentrato nella città vecchia: la storia delle religioni è rinchiusa tra le antiche mura. C’è la parte ebraica, dove si trova il Muro del Pianto e dove gli ebrei ortodossi vengono a pregare, la parte musulmana, dove poter ammirare la Moschea della Cupola della Roccia, il luogo di culto islamico e il simbolo della città, e infine la zona cristiana, con la Basilica del Santo Sepolcro, dove sarebbe stato crocifisso e sepolto Gesù.

Queste zone sono divise tra loro da un suk: il Mercato di Mahane Yehuda, pieno di bancarelle e street food.

Vacanze in Israele: alla scoperta delle tradizioni gastronomiche del Paese  | Allianz Global Assistance

Quanto costa mangiare a Gerusalemme?

Mangiare a Gerusalemme non costa molto se decidi di assaggiare piatti tipici israeliani come hummus, falafel, bourekas o knafeh, nel

Mercatino del Suk o nei vari street food che troverai in giro per la città.Spenderai sicuramente di più se deciderai di sederti in un ristorante di lusso come quello del Mamila o dell’American Colony Hotel.

Tour in Israele: altre meraviglie

Il Mar Morto è un’altra delle meraviglie di questo Paese! Si trova a circa 415 metri sotto il livello del mare, ed è la più profonda depressione sulla superficie terrestre.

La località più comoda da raggiungere è la zona compresa tra Masada e Ein Gedi. La prima, oltre ad essere patrimonio UNESCO, è famosa per le rovine della fortezza, simbolo dell’eroica resistenza. Si può arrivare in cima a piedi o prendendo la cabinovia. La vista che offre la collina è mozzafiato: si può ammirare il Mar Morto e il deserto della Giudea. A Ein Gedi si trova la riserva naturale, con i canyon e pozze d’acqua, dov’è possibile provare l’ebbrezza di galleggiare nel Mar Morto!

Sono sicura che ti innamorerai di questa splendida terra!

Vacanze in Israele: alla scoperta delle tradizioni gastronomiche del Paese  | Allianz Global Assistance

TOP