Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00

Il Blog di Allianz Global Assistance

Viaggio in Australia, come ottenere il visto?

Viaggio in Australia, come ottenere il visto? | Allianz Global Assistance

Prima di partire per un viaggio in Australia è fondamentale documentarsi su quali tipologie di visto esistano, quali sono i documenti necessari e le procedure da seguire

Prima di organizzare un viaggio in Australia è fondamentale informarsi su quali sono le procedure e i documenti necessari per ottenere il visto per entrare nel Paese, nonché quali tipologie di visto esistono. A differenza di altri Stati, infatti, per poter accedere al territorio australiano bisogna essere in possesso dell’autorizzazione, sia che si tratti di un soggiorno come turista, che come lavoratore o studente.

Quali sono quindi i documenti necessari e quali tipologie di visto per l’Australia esistono? E quali le procedure da seguire?

Visto per l’Australia, i documenti richiesti e le tipologie di autorizzazione

Per effettuare un tour dell’Australia è necessario essere in possesso del visto. A meno che non si sia cittadini australiani o neozelandesi, per accedere al Paese è fondamentale avere un’autorizzazione australiana valida. Mentre i neozelandesi possono richiedere il visto per l’Australia appena arrivati sul territorio, tutti gli altri viaggiatori devono fare richiesta preventivamente. Per entrare nel Paese serve essere in possesso del passaporto con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’ingresso nel territorio e dell’e-visitor Visa, sia che si tratti di soggiorni di studio, che per motivi di turismo o lavoro.

Viaggio in Australia, come ottenere il visto? | Allianz Global Assistance

Esistono diverse tipologie di autorizzazione. Il visto turistico per l’Australia, chiamato anche e-visitor Visa (subclass 651) è un visto totalmente gratuito che vale per un anno e consente di entrare e restare sul territorio australiano fino a 3 mesi per volta. Con questa tipologia di visto per l’Australia viene impedita la possibilità di lavorare nel Paese, mentre è possibile studiare fino a un massimo di 12 settimane. Il visto per l’Australia più conosciuto a livello internazionale è invece il Working Holiday Visa (subclass 417), che richiede però di essere in possesso di determinati requisiti quali:

  • avere un’età compresa fra i 18 e i 31 anni;
  • essere in possesso del passaporto di Paesi quali Belgio, Canada, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Hong Kong, Irlanda, Italia, Giappone, Repubblica di Corea, Malta, Olanda, Norvegia, Svezia, Taiwan e Regno Unito.

Questo visto è noto come visto vacanza-lavoro, da non confondere con quello Work and Holiday (subclass 426). Grazie a questa autorizzazione è possibile effettuare un viaggio in Australia e rimanere sul luogo per un massimo di 12 mesi, avendo anche l’opportunità di lavorare full time fino a un limite consentito di 6 mesi. Un’altra caratteristica di questo visto per l’Australia, che è poi una differenza rispetto al visto Work and Holiday, è che è estendibile per altri 12 mesi, a patto che siano stati completati 88 giorni di lavoro presso una fattoria australiana in determinate regioni del Paese.

Vi è poi il visto per studenti, chiamato anche Student Visa (subclass 500). Per poterlo richiedere è fondamentale essere iscritti a un corso di studi nel Paese, come ad esempio corsi di inglese o corsi professionali. Con lo Student Visa è possibile lavorare part-time fino a un massimo di 40 ore ogni 15 giorni. Per quanto riguarda il visto per l’Australia che consenta di lavorare sul territorio ne esistono diverse tipologie:

  • Working Holiday Visa;
  • Student Visa;
  • Investor Retirement Visa, ovvero il visto per i pensionati;
  • Visti lavoro.

Viaggio in Australia, come ottenere il visto? | Allianz Global Assistance

Tour dell’Australia, come fare per ottenere il visto?

Fra i consigli per partire per l’Australia si può sicuramente inserire quello di informarsi preventivamente in merito a procedure e tempistiche necessarie per ottenere l’autorizzazione a entrare nel Paese. Questo Stato è rinomato per essere all’avanguardia, e per questo motivo bisogna seguire la procedura online per fare la richiesta dell’autorizzazione per l’ingresso nel territorio. La procedura per ottenere il visto per l’Australia è chiamata eVisa. Dal 1° luglio 2016 è diventato obbligatorio fare richiesta online, mentre prima di allora era possibile presentare anche una domanda cartacea.

Il procedimento prevede differenti step:

  • inizia con la creazione di un IMMIAccount che deve essere generato sul sito dell’immigrazione australiana. Qui andranno inserite le proprie informazioni personali, l’indirizzo mail e i dettagli del passaporto.
  • Dopo la compilazione il sito per l’immigrazione offre lo strumento Visa Finder, con cui è possibile trovare il visto per l’Australia più adatto alle proprie esigenze.
  • Generalmente i tempi per l’approvazione delle autorizzazioni a entrare nel Paese sono abbastanza brevi. Si va infatti dalle 24 ore per il visto turistico per l’Australia e il Working Holiday fino a un massimo di un mese per il visto per motivi di studio.

Viaggio in Australia, come ottenere il visto? | Allianz Global Assistance

TOP