Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00

Il Blog di Allianz Global Assistance

Da Manhattan al Queens in metro e funivia

New York: tour in metro da Manhattan al Queens. | Allianz Global Assistance

Se sogni di visitare New York seguendo un itinerario insolito, puoi partire alla scoperta del Queens seguendo lungo le metro blu e viola.

New York, si sa, è famosa per l’Empire State Building, Central Park, la Statua della Libertà e tutti quei luoghi iconici che la rendono celebre in tutto il mondo. Il tour di Manhattan, il distretto più frequentato dai turisti, rappresenta sicuramente l’itinerario più classico, specialmente se non hai mai visitato la Big Apple, ma New York ha moltissimo altro da offrire, spesso in zone meno conosciute e più decentrate. La linea E della metropolitana blu e la linea 7 della metro viola di New York ti porteranno dal fervore del distretto di Manhattan all’autenticità del Queens, zona più periferica ma non per questo meno stimolante. Tra bellissimi parchi, musei e monumenti, il Queens offre tantissime attrazioni dal sapore multiculturale. Ecco il tour completo e le tappe imperdibili dal palazzo dell’ONU a Forest Hills passando per la Roosevelt Island in funivia.

New York: tour in metro da Manhattan al Queens. | Allianz Global Assistance

Metro blu, linea E: 5° Av/ 53 Av St

Questa fermata è l’ideale per andare alla scoperta di:

  • United Nations (Orari di visita: lunedì-venerdì h9:00 – 16:45)
  • Tudor City Bridge
  • Roosevelt Island e Light House Park (la funivia Roosevelt Island Tramway effettua corse ogni 7-15 minuti e ha orari di apertura estesi: da domenica a giovedì h6:00-2:00; da venerdì a sabato h6:00-3.30)

New York ospita la sede delle Nazioni Unite dal 1950, anno in cui venne costruito il suggestivo Palazzo di Vetro, raggiungibile a piedi dalla fermata della metro e passando per Turtle Bay. Da lì, a soli 3 minuti di camminata potrai recarti al Tudor City Bridge, il passaggio pedonale sopraelevato da dove, se il periodo dell’anno lo permette, potrai ammirare lo straordinario spettacolo del “Manhattanhenge”. Questo curioso fenomeno si verifica due volte all’anno, intorno al 28 maggio e il 12 luglio, e consiste in un perfetto allineamento del sole calante tra i palazzi del reticolato di strade. Il disco solare tra le pareti dei grattacieli sarà nitido e perfettamente visibile dalle strade, creando splendidi fasci di luce e rifessi che vale davvero la pena fotografare.

Per arrivare a Roosevelt Island, poi, si possono scegliere diversi mezzi di trasporto: tra metro, bus, battello e funivia, l’ultimo è sicuramente il modo più originale per raggiungere l’isola. La fermata della funivia si trova tra la 59esima Strada e la 2nd Avenue e le corse sono piuttosto frequenti (ne passa una ogni 7-15 minuti). Dall’alto potrai godere di una vista mozzafiato e scrutare da lontano i maggiori luoghi di interesse della città. Una volta rimessi i piedi a terra, potrai recarti nel punto più a nord-est dell’isola, dove si trova il famoso Lighthouse Park. Questo parco, dove è possibile godersi una pausa pic-nic o semplicemente una tranquilla passeggiata, ospita un maestoso faro di pietra, costruito nel 1872 dai detenuti del carcere penitenziario dell’isola per facilitare le navi che attraversavano l’East River.

New York: tour in metro da Manhattan al Queens. | Allianz Global Assistance

Metro blu, linea E: Court Sq-23 St

Qui puoi visitare:

  • Queensbridge Park (Orari di apertura: tutti i giorni h6:00-21:00)
  • Queensboro Bridge
  • MoMA PS1 (Chiuso il martedì e mercoledì, domenica-lunedì h12:00-20:00 o h12:00-18:00)

Dalla “Little Apple” – è questo il soprannome con cui è conosciuta Roosevelt Island - potrai tornare sulla terraferma salendo nuovamente a bordo della metro blu e scendendo alla fermata Court Sq-23 St. A meno di 20 minuti dalla fermata della metro si trova il Queensbridge Park, il piccolo parco che sorge lungo l’East River da cui si può ammirare il maestoso Queensboro Bridge, meno conosciuto del ponte di Brooklyn, ma ugualmente imponente. A due passi dalla fermata si trova anche il MoMA PS1, sede distaccata del MoMA – Museum of Modern Art di Manhattan, che si trova nel quartiere di Long Island, nel distretto del Queens. L’acronimo PS1 significa “Public School One”, in onore della scuola che un tempo era ospitata nello stesso edificio. Una tappa davvero imperdibile per gli amanti dell’arte moderna e delle più innovative forme di arte contemporanea: il museo vanta infatti di una vibrante attività culturale tra mostre temporanee, performance, concerti ed eventi.

New York: tour in metro da Manhattan al Queens. | Allianz Global Assistance

Metro viola, linea 7: 40 St - Lowery St

Scendere a questa fermata di permette di vedere:

  • Museum of Moving Image (Orari: venerdì h14:00-20:00 e sabato e domenica 12:00-18:00)
  • Astoria

Per proseguire il tour del Queens in metro dovrai, a questo punto, cambiare linea della metropolitana. Allo snodo di Court Square Station basterà salire sulla metropolitana viola e proseguire il viaggio fino alla fermata 40 St Lowery St. Da qui, potrai camminare per circa 20 minuti alla volta del Museum of Moving Image, il museo multimediale dedicato alla storia, all’arte, alle tecniche e tecnologie delle immagini in movimento. La collezione vanta di 130.000 reperti e oggetti che raccontano il cinema, la televisione e persino i videogiochi oltre ad esperienze multisensoriali che ti faranno conoscere da vicino il processo di produzione di film e telefilm. Il museo si trova nel multiculturale quartiere di Astoria, dove poter passeggiare e fermarsi per una pausa pranzo all’insegna dello street food multietnico, tra ristorantini greci, astiatici e messicani.

New York: tour in metro da Manhattan al Queens. | Allianz Global Assistance

Metro viola, line 7: Mets Willets Point

Tra natura, arte e musica, ecco quello che puoi scoprire:

  • Flushing Meadows Corona Park e Unisfera (Orari: h6:00-21:00)
  • Queens museum (mercoledì-venerdì: h12:00-17:00; sabato-domenica: 11:00-17:00)
  • Queens Zoo (Orari dal 7 novembre al 1° aprile: h10:00-16.30)
  • Louis Armstrong House Museum (Orari: giovedì-sabato h11:00-16:00)
  • Forest Hills

Il singolare tour in metro di New York alla scoperta del Queens prosegue sulla linea viola, fino alla fermata Mets Willets Point, che si trova a pochi minuti dalla casa-museo di Louis Armstrong: una tappa imperdibile per tutti gli appassionati di musica. Visitare la casa-museo della leggenda del jazz significa provare un’esperienza immersiva, calarsi appieno nell’autentico Queens degli anni ’50 tra arredi del tempo, fotografie originali, dischi e gli immancabili brani di Armstrong che riecheggiano nei vari ambienti della casa.  

A due passi dalla fermata della metropolitana si trova anche l’ingresso del gigantesco Flushing Meadows Corona Park, il secondo parco più grande della città che nacque per ospitare l’Esposizione Universale del 1939. Il parco fu anche sede temporanea delle Nazioni Unite dal 1946 al 1951, anno in cui aprì la sede di Manhattan. Da non perdere, all’interno del Flushing Meadows Park, è l’Unisfera, il maestoso monumento in acciaio inox creato per rappresentare l’Expo di New York del 1964. L’Unisfera, che rappresenta la Terra e simbolicamente comunica l’importanza dell’interdipendenza tra i paesi del mondo, è circondata da una serie di fontane che con i propri zampilli d’acqua, creano un vero e proprio spettacolo da non perdere. Puoi poi proseguire l’itinerario passeggiando nella tranquillità del parco fino al Queens Museum, il museo di arti visive che offre anche programmi educativi e culturali agli abitanti del Queens. L’esposizione permanente più famosa del museo è Panorama of the City of New York, il modellino in scala della città nato dall’idea dell’urbanista Robert Moses in occasione della Fiera del 1964. Da allora la rappresentazione in miniatura della città è stata aggiornata costantemente, fino ad arrivare all’attuale plastico di 895.000 edifici della città: un’attrazione davvero imperdibile. Non perderti poi il Queens Zoo e lo Skate Park, due mete apprezzate dai giovani ma adatte a tutti i viaggiatori.
Percorrendo il parco fino alla fine poi, potrai dirigerti verso Forest Hills. A piedi il percorso non è corto (circa 45 minuti) ma sarà interessante vedere lo stile architettonico cambiare man mano che ci si inoltra in questo suggestivo quartiere. Questa zona, infatti, non è particolarmente frequentata dai turisti ma merita di essere visitata: l’intera area fu progettata agli inizi del 1900, periodo storico di cui si respira ancora l’atmosfera, con l’obiettivo di creare un modello di comunità urbana ideale. Gli edifici sono costruiti con i tipici mattoni rossi stile Tudor, che conferiscono all’intero quartiere un’aria retrò che ti farà viaggiare indietro nel tempo.  

Il singolare tour in metro di New York alla scoperta del Queens prosegue sulla linea viola, fino alla fermata Mets Willets Point, che si trova a pochi minuti dalla casa-museo di Louis Armstrong: una tappa imperdibile per tutti gli appassionati di musica. Visitare la casa-museo della leggenda del jazz significa provare un’esperienza immersiva, calarsi appieno nell’autentico Queens degli anni ’50 tra arredi del tempo, fotografie originali, dischi e gli immancabili brani di Armstrong che riecheggiano nei vari ambienti della casa.  

A due passi dalla fermata della metropolitana si trova anche l’ingresso del gigantesco Flushing Meadows Corona Park, il secondo parco più grande della città che nacque per ospitare l’Esposizione Universale del 1939. Il parco fu anche sede temporanea delle Nazioni Unite dal 1946 al 1951, anno in cui aprì la sede di Manhattan. Da non perdere, all’interno del Flushing Meadows Park, è l’Unisfera, il maestoso monumento in acciaio inox creato per rappresentare l’Expo di New York del 1964. L’Unisfera, che rappresenta la Terra e simbolicamente comunica l’importanza dell’interdipendenza tra i paesi del mondo, è circondata da una serie di fontane che con i propri zampilli d’acqua, creano un vero e proprio spettacolo da non perdere. Puoi poi proseguire l’itinerario passeggiando nella tranquillità del parco fino al Queens Museum, il museo di arti visive che offre anche programmi educativi e culturali agli abitanti del Queens. L’esposizione permanente più famosa del museo è Panorama of the City of New York, il modellino in scala della città nato dall’idea dell’urbanista Robert Moses in occasione della Fiera del 1964. Da allora la rappresentazione in miniatura della città è stata aggiornata costantemente, fino ad arrivare all’attuale plastico di 895.000 edifici della città: un’attrazione davvero imperdibile. Non perderti poi il Queens Zoo e lo Skate Park, due mete apprezzate dai giovani ma adatte a tutti i viaggiatori.
Percorrendo il parco fino alla fine poi, potrai dirigerti verso Forest Hills. A piedi il percorso non è corto (circa 45 minuti) ma sarà interessante vedere lo stile architettonico cambiare man mano che ci si inoltra in questo suggestivo quartiere. Questa zona, infatti, non è particolarmente frequentata dai turisti ma merita di essere visitata: l’intera area fu progettata agli inizi del 1900, periodo storico di cui si respira ancora l’atmosfera, con l’obiettivo di creare un modello di comunità urbana ideale. Gli edifici sono costruiti con i tipici mattoni rossi stile Tudor, che conferiscono all’intero quartiere un’aria retrò che ti farà viaggiare indietro nel tempo.  

Non solo lungo la linea blu e viola della metropolitana, puoi viaggiare alla scoperta dei distretti della Grande Mela seguendo diversi itinerari sui binari newyorkesi:

  • Dal Bronx a Brooklyn attraversando il ponte più famoso di New York (link)
  • Manhattan: tour del West Side con la metro rossa (link)
  • Dal cuore di Manhattan a Coney Island con la metro arancione (link)
  • Visitare Manhattan a piedi sui binari della High Line (link)

Prima di partire, non dimenticarti di mettere in valigia l’assicurazione Travel Care: proteggerai il tuo viaggio e sarai libero di visitare New York con un’unica preoccupazione, scendere alla fermata giusta!

TOP



Codice sconto o carta fedeltà