Chiama gratis per info e acquisto: 800.408.804 Lun-Ven 08:30 - 20:00, Sab 08:30 - 14:00

Il Blog di Allianz Global Assistance

#TravelBag: come organizzare un viaggio in solitaria

#TravelBag: come organizzare un viaggio in solitaria | Allianz Global Assistance

Decidere di intraprendere viaggi in solitaria è un'esperienza che consente di ritrovare sé stessi. Come organizzare al meglio delle vacanze da soli? E cosa portare in valigia?

I viaggi in solitaria sono esperienze uniche: rappresentano un modo di vivere e scoprire il mondo straordinario, che tutti dovrebbero provare almeno una volta nella vita. Viaggiare da soli offre infatti la possibilità di trovare e sperimentare il proprio personale ritmo negli spostamenti, nella gestione del budget e nelle cose da fare e vedere. Organizzare una vacanza da soli permette di conoscere più persone, e stringere legami che durano nel tempo. Molto spesso poi, uno dei motivi per cui si sceglie questa tipologia di avventura è il viaggiare da soli per ritrovare sé stessi: una vacanza in solitaria aiuta ad affrontare qualsiasi difficoltà contando soltanto sulle proprie forze, e questo permette di aumentare l'autostima e la fiducia nelle capacità personali.

Ma come si organizzano al meglio dei viaggi in solitaria? E quali sono gli accorgimenti nella scelta di cosa mettere in valigia e quali destinazioni includere nel proprio itinerario?

Perché decidere di fare viaggi in solitaria?

Viaggiare da soli è sempre un'esperienza che lascia il segno e che permette di crescere e maturare. In molti pensano che organizzare viaggi in solitaria sia triste e malinconico: in realtà, un itinerario in solitaria consente di poter avere la massima libertà nel decidere cosa fare, dove andare e in che tempistiche. Il viaggiatore solitario è padrone del proprio destino, e può pianificare e gestire come preferisce l'itinerario della vacanza, scegliendo se rispettarlo in pieno o modificarlo a proprio piacimento. Le vacanze da soli consentono poi di creare una fitta rete di amicizie: un viaggiatore solitario è automaticamente più interessante, e questo permetterà di interagire con estranei e creare legami molto più facilmente rispetto a un viaggio di gruppo.

I viaggi in solitaria consentono di vivere in maniera più profonda e immersiva tutta l'esperienza di viaggi: viaggiare da soli per ritrovare sé stessi è uno degli assunti cardine di questa tipologia di esperienza. Un percorso in solitaria permette di aumentare la fiducia in sé stessi, perché ci si renderà conto di quante cose si è in grado di fare e portare a termine solo grazie alle proprie capacità.

#TravelBag: come organizzare un viaggio in solitaria | Allianz Global Assistance

E la gestione del budget? Ogni visitatore ha differenti abitudini di spesa, da soli sarà quindi molto più facile capire la somma che si ha a disposizione e organizzare l'itinerario e le spese extra di conseguenza.

Come organizzare un viaggio in solitaria?

Prima di partire per dei viaggi in solitaria è importante effettuare uno studio approfondito dei luoghi che si andranno a visitare. Scaricare applicazioni con le mappe stradali della zona o portare con sé una guida turistica del Paese è fondamentale per sapersi orientare. La scelta della zona in cui alloggiare è, poi, un altro elemento molto importante da valutare nell'organizzare un viaggio da soli. L'ideale è trovare una sistemazione che si abbastanza centrale, di modo da non dover sempre ricorrere ai mezzi pubblici per gli spostamenti, specialmente per quelli serali.

Non bisogna poi partire senza aver prima controllato gli orari di chiusura e apertura dei vari monumenti o edifici della meta di destinazione. Per risparmiare del budget durante il proprio viaggio, il consiglio è preferire ai classici ristoranti gli street food e i mercatini. Questa scelta rappresenta un'esperienza caratteristica del luogo che si sta visitando, in quanto consente di assaggiare qualcosa di veramente tipico.
Fondamentale quando si viaggia da soli è portare con sé una copia dei propri documenti personali, in modo da non avere problemi in caso di imprevisti.

Consigli pratici su cosa mettere in valigia per viaggi in solitaria

Uno dei momenti più importanti di quando si organizza un tour in solitaria riguarda la preparazione della valigia. Il bagaglio per un percorso in solitaria dovrà corrispondere alle proprie esigenze: in base al tipo di itinerario che si sceglie di fare, cambierà anche la dimensione e la capienza della valigia da portare con sé.

#TravelBag: come organizzare un viaggio in solitaria | Allianz Global Assistance

Che cosa non deve mancare nel bagaglio di chi organizza viaggi in solitaria? Ecco un elenco degli elementi indispensabili:

  • asciugamano in microfibra;
  • set per l'igiene personale;
  • guida turistica;
  • musica preferita;
  • macchina fotografica;
  • kit di primo soccorso;
  • batteria esterna;
  • indumenti abbinabili fra loro;
  • libro;
  • cuscino da aereo;
  • block-notes;
  • scarpe di ricambio;
  • contanti.

Dove andare per dei viaggi in solitaria?

Nella decisione di dove andare in vacanza da soli bisogna considerare se si sta affrontando il primo itinerario in solitudine o se invece si è già partiti per diversi viaggi in solitaria. Nel primo caso, le mete ideali sono in Europa.

Fra i luoghi consigliati c'è la Francia, con Bordeaux: situata al centro della famosa regione vinicola, Bordeaux è una cittadina portuale che si affaccia sulle rive del fiume Garonne e offre ai visitatori suggestivi monumenti come la Place de la Bourse, la Cattedrale e il Grand Théâtre.

Un altro paese dove andare in vacanza da soli è il Portogallo. La cordialità e ospitalità degli abitanti della capitale Lisbona farà innamorare qualsiasi viaggiatore di questo gioiellino architettonico affacciato sull'Oceano Atlantico.

Se ci si vuole spostare più a nord e organizzare un viaggio al di fuori delle tradizionali mete turistiche, la cittadina belga di Gand, nella regione delle Fiandre, è invece il luogo ideale. Per apprezzare al meglio la destinazione i consigli sono di visitare la città attraverso un giro in barca, e di recarsi al mercato del centro, dove è possibile degustare alcuni piatti tipici locali.

Se si è dei veterani dei viaggi in solitaria, infine, ci si può spingere anche al di fuori delle mete europee quando si decide dove andare in vacanza da soli. In questo senso l'Australia, e in particolare Sydney, è la destinazione perfetta. La bellezza naturale della città risiede nelle sue spiagge incontaminate, nei giardini pubblici e nel suo famosissimo porto, mentre le meraviglie architettoniche del luogo sono rappresentate dalla Sydeny Opera House e dal Sydney Harbour Bridge.

Viaggio Argentina in solitaria, come prepararsi al meglio | Allianz Global Assistance

TOP